lunedì, dicembre 20, 2010

Hedgewars Portable

- post<li> - Permalink

Un post veloce per segnalare che il gioco che avevo segnalato su Free Worms: Hedgewars! è stato pacchettizzato anche in forma portable!

140mb da portare sempre con se per tutti i nostalgici (come me) di Worms!

Byez

Sono sempre puntuale, se ritardo è perché sono morto. 

Broschure - FAIL

- post<li> - Permalink

Broschure - FAIL per almeno un paio di motivi:
  1. Non è la H quella da ricordarsi, ma la S da non mettere! La scrittura corretta è Brochure . Vabbeh pazienza un errore di battitura può capitare a tutti ...
  2. ... ma gli eventi collegati ad un PDF e cioè una Broschure del 2009 a fine 2010, beh forse è un errore di comunicazione un po' più grave.
La pagina incriminata è questa http://www.rosolinamarelido.it/glieventi.html

Scusatemi lo sfogo, ma questa è la mia terra e capisco che gli errori capitano a tutti, però è da diverso tempo che questo sito è on-line con l'intenzione di attrarre turisti al lido di Rosolina Mare, però è possibile che non ci sia nessuno che si accorge di queste banalità?


E' possibile che si pensi solo a scimmiottare il sito di Jesolo senza una campagna di comunicazione adeguata e organica? Non basta più il sito, c'è bisogno di un lavoro costante e continuo.

Per esempio il sito si proclama conforme agli standard e all'accessibilità, lo sarà stato al varo del sito, però già il risultato per la Home Page di oggi:
Parliamo della richiesta di informazioni, compilato con una serie di dati a caso il risultato è quello mostrato in figura. Riuscite a leggere qualcosa nel box blu? Ingrandite pure ... :D


Ripeto il mio è uno sfogo e non una critica a chi ha sviluppato o commissionato il sito. Vorrei che il sistema e le aziende che mi circodano si rendesse conto che l'informatica è uno strumento potente per il decollo del turismo, però da grandi poteri derivano grandi responsabilità...

Voi come lo trovate il sito?

Byez

P.S. Questo post è stato scritto anche con la speranza che nel bene o nel male si parli di questo posto meraviglioso dove abito e cioè il Delta del Po!

    venerdì, dicembre 17, 2010

    VMware Storage I/O Control spiegato in un video

    - post<li> - Permalink

    VMWare Storage I/O Control è una tecnologia piuttosto interessante che si aggiunge già alle molte offerte dall'hypervisor VMWare e permette un controllo fine sulle priorità da assegnare alle varie virtual machine nell'accesso alla risorsa "disco".

    Infatti, una combinazione comune, prevede l'uso di uno storage esterno condiviso tra le VM e questo può portare a delle condizioni in cui, macchine 'avide' di I/O, sottomettano (abbassandone le performance) altre più business critical.

    VMWare Storage I/O Control permette di correggere queste situazioni come mostrato nella figura qui a fianco.

    Per vedere questa tecnologia in azione vi consiglio di guardare fino in fondo il seguente video:


    Amazon EC2 usa una tecnologia diversa, ma ora si comprende perchè, tra le voci che distinguono le varie istanze che si possono noleggiare compare anche quella di I/O Performance.

    Byez

    Charles Ferry: Se tu fossi la mia ragazza farei l'amore con te in ogni stanza della casa… su ogni letto… su ogni tappeto… su ogni tavolino…
    Skylar Dandridge: Abbiamo anche dei bellissimi lampadari in stile coloniale…



    (via)

    giovedì, dicembre 16, 2010

    Tutorial per CodeIgniter - PHP FrameWork

    - post<li> - Permalink

    CodeIgniter è un framework php molto potente che sto tenendo d'occhio da un po' di tempo assieme a Symfony e al recente Yii.

    Per questo volevo segnalarvi questa raccolta di 30 Tutorial adatti per tutti i livelli.

    30+ Awesome CodeIgniter Tutorials for all Skill Levels

    E voi quale framework preferite?

    Byez

    Il genio purtroppo non parla | per bocca sua. | Il genio lascia qualche traccia di zampetta | come la lepre sulla neve. 

    mercoledì, dicembre 15, 2010

    Creare immagini affiancabili per sfondi incredibili tipo frattali?

    - post<li> - Permalink

    Facile con Fyre!

    Fyre è un semplice programmino, anche in versione portabile che produce immagini straordinarie (per chi come me ama i frattali ovvero il 'caos ordinato') a partire dall'equazione

    x' = sin(a * y) - cos(b * x)
    y' = sin(c * x) - cos(d * y)

    variando i valori a dx dell'uguale.

    E' solo alla versione 1.0 ma contiene già diverse opzione con quella "Tileable" che permette di creare immagini, che una volta affiancate, non daranno segni di demarcazione ... ah, che nostalgia di quando gli sfondi si facevano così, magari su GeoCities...

    Dal menù view è possibile inoltre aprire la finestra 'Animation' che permette di creare dei video non compressi come questo spiraling-shape-low.avi.

    L'interfaccia è molto intuitiva come potete vedere qui a fianco e io vi consiglio di provarlo con i tasti CTRL + R che produce valori random con cui 'navigare' alla scoperta di figure sempre nuove!

    Se non siete ancora convinti, potete provare a dare una scorta alla gallery realizzata dall'autore


    Vi intriga?

    Byez


    Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante. 

    mercoledì, dicembre 01, 2010

    Bonifica dei dati - Google Refine

    - post<li> - Permalink

    Ammetto la mia ignoranza ma non conoscevo Google Refine. Mi sono sempre chiesto però come potesse funzionare la bonifica delle grandi moli di dati, ovvero quell'operazione noiosa che molto spesso viene delegata ad un "volontario" che a manina santa corregge e alza la qualità della base di dati iniziale. Questa è un'operazione piuttosto comune quando si tenta di collegare un database alfanumerico ad un Sistema Informativo Territoriale (SIT).

    Le operazioni più comuni in questo campo sono:
    1. L'armonizzazione, ovvero la possibilità di trovare "via Garibaldi" ma anche "via G. Garibaldi" oppure "giuseppe Garibaldi", informazioni che ovviamente si riferiscono alla medesima via reale ma che non consentono un trattamento informatico univoco. Bene questa è la prima funzione offerta da Google Refine ed è ben spiegata in questo video da seguire anche se non siete anglofoni ;-)


    2. La trasformazione, ovvero l'idea che i dati possano passare da una forma all'altra in modo più o meno automagico. Nel video seguente vedremo come prendendo le informazioni da una pagina di Wikipedia si possa ottenerne un database


    3. L'integrazione, o in altre parole aggiungere informazioni a quelle che abbiamo già, magari pescandole dalla rete tramite servizi web. Tipo, abbiamo una serie di indirizzi e vogliamo averne longitudine e latitudine per poterli piazzare su della cartografia? Bene anche questa è una possibilità offerta da Google Refine!


    Ovviamente il prodotto  non è alla portata di tutti o comunque potrebbe essere più complicato da usare rispetto a quello mostrato nei video. Il tempo risparmiato attraverso il suo impiego potrebbe però giustificarne la fase di training iniziale necessaria.

    Voi lo usate già? Ne usate altri di simili? Se si quali?


    Byez


    Ogni grandezza ha la sua espiazione.