lunedì, dicembre 20, 2010

Hedgewars Portable

- post<li> - Permalink

Un post veloce per segnalare che il gioco che avevo segnalato su Free Worms: Hedgewars! è stato pacchettizzato anche in forma portable!

140mb da portare sempre con se per tutti i nostalgici (come me) di Worms!

Byez

Sono sempre puntuale, se ritardo è perché sono morto. 

Broschure - FAIL

- post<li> - Permalink

Broschure - FAIL per almeno un paio di motivi:
  1. Non è la H quella da ricordarsi, ma la S da non mettere! La scrittura corretta è Brochure . Vabbeh pazienza un errore di battitura può capitare a tutti ...
  2. ... ma gli eventi collegati ad un PDF e cioè una Broschure del 2009 a fine 2010, beh forse è un errore di comunicazione un po' più grave.
La pagina incriminata è questa http://www.rosolinamarelido.it/glieventi.html

Scusatemi lo sfogo, ma questa è la mia terra e capisco che gli errori capitano a tutti, però è da diverso tempo che questo sito è on-line con l'intenzione di attrarre turisti al lido di Rosolina Mare, però è possibile che non ci sia nessuno che si accorge di queste banalità?


E' possibile che si pensi solo a scimmiottare il sito di Jesolo senza una campagna di comunicazione adeguata e organica? Non basta più il sito, c'è bisogno di un lavoro costante e continuo.

Per esempio il sito si proclama conforme agli standard e all'accessibilità, lo sarà stato al varo del sito, però già il risultato per la Home Page di oggi:
Parliamo della richiesta di informazioni, compilato con una serie di dati a caso il risultato è quello mostrato in figura. Riuscite a leggere qualcosa nel box blu? Ingrandite pure ... :D


Ripeto il mio è uno sfogo e non una critica a chi ha sviluppato o commissionato il sito. Vorrei che il sistema e le aziende che mi circodano si rendesse conto che l'informatica è uno strumento potente per il decollo del turismo, però da grandi poteri derivano grandi responsabilità...

Voi come lo trovate il sito?

Byez

P.S. Questo post è stato scritto anche con la speranza che nel bene o nel male si parli di questo posto meraviglioso dove abito e cioè il Delta del Po!

    venerdì, dicembre 17, 2010

    VMware Storage I/O Control spiegato in un video

    - post<li> - Permalink

    VMWare Storage I/O Control è una tecnologia piuttosto interessante che si aggiunge già alle molte offerte dall'hypervisor VMWare e permette un controllo fine sulle priorità da assegnare alle varie virtual machine nell'accesso alla risorsa "disco".

    Infatti, una combinazione comune, prevede l'uso di uno storage esterno condiviso tra le VM e questo può portare a delle condizioni in cui, macchine 'avide' di I/O, sottomettano (abbassandone le performance) altre più business critical.

    VMWare Storage I/O Control permette di correggere queste situazioni come mostrato nella figura qui a fianco.

    Per vedere questa tecnologia in azione vi consiglio di guardare fino in fondo il seguente video:


    Amazon EC2 usa una tecnologia diversa, ma ora si comprende perchè, tra le voci che distinguono le varie istanze che si possono noleggiare compare anche quella di I/O Performance.

    Byez

    Charles Ferry: Se tu fossi la mia ragazza farei l'amore con te in ogni stanza della casa… su ogni letto… su ogni tappeto… su ogni tavolino…
    Skylar Dandridge: Abbiamo anche dei bellissimi lampadari in stile coloniale…



    (via)

    giovedì, dicembre 16, 2010

    Tutorial per CodeIgniter - PHP FrameWork

    - post<li> - Permalink

    CodeIgniter è un framework php molto potente che sto tenendo d'occhio da un po' di tempo assieme a Symfony e al recente Yii.

    Per questo volevo segnalarvi questa raccolta di 30 Tutorial adatti per tutti i livelli.

    30+ Awesome CodeIgniter Tutorials for all Skill Levels

    E voi quale framework preferite?

    Byez

    Il genio purtroppo non parla | per bocca sua. | Il genio lascia qualche traccia di zampetta | come la lepre sulla neve. 

    mercoledì, dicembre 15, 2010

    Creare immagini affiancabili per sfondi incredibili tipo frattali?

    - post<li> - Permalink

    Facile con Fyre!

    Fyre è un semplice programmino, anche in versione portabile che produce immagini straordinarie (per chi come me ama i frattali ovvero il 'caos ordinato') a partire dall'equazione

    x' = sin(a * y) - cos(b * x)
    y' = sin(c * x) - cos(d * y)

    variando i valori a dx dell'uguale.

    E' solo alla versione 1.0 ma contiene già diverse opzione con quella "Tileable" che permette di creare immagini, che una volta affiancate, non daranno segni di demarcazione ... ah, che nostalgia di quando gli sfondi si facevano così, magari su GeoCities...

    Dal menù view è possibile inoltre aprire la finestra 'Animation' che permette di creare dei video non compressi come questo spiraling-shape-low.avi.

    L'interfaccia è molto intuitiva come potete vedere qui a fianco e io vi consiglio di provarlo con i tasti CTRL + R che produce valori random con cui 'navigare' alla scoperta di figure sempre nuove!

    Se non siete ancora convinti, potete provare a dare una scorta alla gallery realizzata dall'autore


    Vi intriga?

    Byez


    Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante. 

    mercoledì, dicembre 01, 2010

    Bonifica dei dati - Google Refine

    - post<li> - Permalink

    Ammetto la mia ignoranza ma non conoscevo Google Refine. Mi sono sempre chiesto però come potesse funzionare la bonifica delle grandi moli di dati, ovvero quell'operazione noiosa che molto spesso viene delegata ad un "volontario" che a manina santa corregge e alza la qualità della base di dati iniziale. Questa è un'operazione piuttosto comune quando si tenta di collegare un database alfanumerico ad un Sistema Informativo Territoriale (SIT).

    Le operazioni più comuni in questo campo sono:
    1. L'armonizzazione, ovvero la possibilità di trovare "via Garibaldi" ma anche "via G. Garibaldi" oppure "giuseppe Garibaldi", informazioni che ovviamente si riferiscono alla medesima via reale ma che non consentono un trattamento informatico univoco. Bene questa è la prima funzione offerta da Google Refine ed è ben spiegata in questo video da seguire anche se non siete anglofoni ;-)


    2. La trasformazione, ovvero l'idea che i dati possano passare da una forma all'altra in modo più o meno automagico. Nel video seguente vedremo come prendendo le informazioni da una pagina di Wikipedia si possa ottenerne un database


    3. L'integrazione, o in altre parole aggiungere informazioni a quelle che abbiamo già, magari pescandole dalla rete tramite servizi web. Tipo, abbiamo una serie di indirizzi e vogliamo averne longitudine e latitudine per poterli piazzare su della cartografia? Bene anche questa è una possibilità offerta da Google Refine!


    Ovviamente il prodotto  non è alla portata di tutti o comunque potrebbe essere più complicato da usare rispetto a quello mostrato nei video. Il tempo risparmiato attraverso il suo impiego potrebbe però giustificarne la fase di training iniziale necessaria.

    Voi lo usate già? Ne usate altri di simili? Se si quali?


    Byez


    Ogni grandezza ha la sua espiazione.

    martedì, novembre 30, 2010

    Come funziona NTFS?

    - post<li> - Permalink

    Un breve post per segnalare questo articolo "NTFS: A File System with Integrity and Complexity"che rappresenta una buona base per capire il funzionamento di questo articolato filesystem che rappresenta una delle tecnologie migliori prodotte da Microsoft. 

    L'articolo è ben equlibrato nè troppo lungo da essere un trattato nè troppo superficiale da rappresentare una perdita di tempo.

    Buona Lettura!


    Byez

    È meglio una delusione vera di una gioia finta. 
    da Il mondo nuovo di NEFFA

    giovedì, novembre 25, 2010

    Test velocità adsl vodafone

    - post<li> - Permalink

    Con l'arrivo di Misura Internet ho finalmente la possibilità di certificare la qualità della linea Vodafone che dal dicembre dell'anno scorso ho in uso a casa (le valutazioni le avevo scritte su Tariffe telefoniche casa 2009 - Telecom vs Vodafone vs Libero).

    In particolare stando a quanto stabilito dalle misure minime dichiarate qui e che riporto per semplicità anche di seguito


    Indicatore

    Valore
    Velocità di trasmissione dati1 (banda minima in uploading e downloading)Uploading 200 Kbit/s
    Downloading 2.1 Mbit/s

    Tasso di insuccesso nella trasmissione dati2 di uploading e di downloading2%

    Ritardo di trasmissione dati in una singola direzione3 (valore massimo)50 ms

    Tasso di perdita dei pacchetti40.5%

    ho come l'impressione che confrontandole con le mie misure a campione che riporto di seguito, ne vedrò delle belle. 

    Per carità il test sarà più scientifico e distribuito nell'arco di 24 ore e quindi alle 2 di notte quando andrà a 7 MB compenserà il fatto che alle 20.00, quando lo uso vada a 70KB, ma spero mi possa fornire uno strumento per far valere i miei diritti.

    Stay tuned

    Byez

    venerdì, novembre 19, 2010

    Estrarre audio da un video facile come contare 1,2,3,4 - Video to mp3

    - post<li> - Permalink

    Dovete estrarre l'audio da un video perchè vi piace la canzone o la colonna sonora e la volete ascoltare come un MP3? Beh ci sono millamila modi di farlo, ma questo è quello che ho trovato più semplice finora.

    1. Installate Oxelon media converter: freeware, pulito e molto semplice da usare
    2. Fate click col tasto destro sul file (funziona anche con più file) che volete convertire e scegliete il formato di destinazione es. MP3 e dove salvare il file risultante.
    3. Se il file vi va bene così lo potete già ascoltare, altrimenti se volete tagliare qualche pezzettino, tipo l'intro o gli applausi finali, vi consiglio Audacity (anche in versione portable).
    4. Aprite il file, selezionate le sezioni che volete cancellare e con Ctrl-X le eliminate. Poi file-export e scegliete MP3. Potrebbe chiedervi l'encoder (lame_enc.dll) ma vi guida su come scaricarlo e installarlo.
    Voi avete dei metodi / utility più veloci?

    UPDATE 2010/11/22

    Simone mi segnala un'altra utility free molto simile al media converter di Oxelon e cioè Format Factory. La sto provando e mi sembra molto semplice e intuitiva. Da provare!

    Byez

    Appiattiti, imbruttiti | siamo stati omologati | allineati, arruolati
    da Fango e stelle di Enrico Ruggeri

    mercoledì, novembre 17, 2010

    Nuova versione Process Explorer

    - post<li> - Permalink

    Come dice il titolo è uscita la nuova versione di Process Explorer la 14, secondo me l'utility definitiva per la gestione dei processi in Windows e la relativa analisi.

    Process Explorer vi dice proprio tutto quello che c'è da sapere su ogni singolo processo attivo nel vostro computer: file e risorse hardware in uso, quali dll sono caricate, quali connessioni tcp, tutto insomma.

    Considerate che è l'unico programma che ho sempre attivo e (quasi) sempre in primo piano!

    Prodotto direttamente da Microsoft, ma a seguito dell'acquisizione della Sysinternal, non ha bisogno di installazione, basta decomprimere il pacchetto ed eseguirlo. Se è troppo anche questo potete provarlo addirittura via rete come spiegato su "Sysinternal utlity comode comode".

    Non la usate ancora? Non sapete quello che vi perdete! ;-)

    Byez

    Fuori della penna non c'è salvezza. 
    da Racconti, saggi e pagine sparse di Italo Svevo

    lunedì, novembre 15, 2010

    Programmazione concorrente in .NET

    - post<li> - Permalink

    Scusatemi ma dopo tanti anni di Sistemi Operativi e programmazione concorrente volevo segnalare questo articolo "Affrontare il problema dei 5 filosofi con la Task Parallel Library" che a sua volta cita un altro articolo "Solving the Dining Philosopher's Problem with .NET Framework 4.0 Task Parallel Library" dove si presenta come risolvere il famoso problema dei 5 Filosofi (si proprio lo stesso su cui abbiamo fatto tanti esercizi) attraverso l'uso di costrutti forniti con l'ultima versione di .NET!

    Che soluzioni propone? Beh immaginate:
    • Allocazione globale delle forchette;
    • L'uso di un SemaphoreSlim (non vi ricorda molto SimpleSemaphore della libreria del corso?)
    • Mediante semafori asincroni
    Le basi rimangono le stesse, cambiano solo i costrutti o le relative sintassi per implementarle, se mancano le fondamenta non ci sono strumenti che tengano...

    Scusatemi, ma il corso a cui ho contribuito per tanti anni mi manca :'(

    Byez

    La nostalgia è rendersi conto che le cose non erano insopportabili come sembravano allora. 

    giovedì, novembre 11, 2010

    Red Hat Enterprise Linux 6 - RHEL

    - post<li> - Permalink

    Ad aprile era stata rilasciata la prima beta di RHEL 6 e ieri (10/11/2010) è stata rilasciata la versione finale.

    Le note di rilascio sono piuttosto corpose, ma leggendo la parte relativa alla virtualizzazione posso dire che molte delle novità sono quelle che avevo già descritto in febbraio nell'articolo "Le novità della Virtualizzazione in Red Hat Enterprise Linux 5.5 Beta (RHEL)" a cui vorrei aggiungere altri particolari implementati nella versione 6.
    • Sono stati introdotti degli "ages bits" nella Page Table che gestisce la memoria virtualizzata in modo che il SO possa compiere delle scelte più oculate nella selezione delle pagine da scartare.
    • Le periferiche di memorizzazione possono essere aggiunte o tolte anche a VM accesa (hot plug).
    • Idem per le schede di rete.
    • sVirt ovvero l'integrazione tra SElinux e la virtualizzazione
    • virt-v2v ovvero un nuovo strumento per la conversione da e per diversi formati di VM
    Come vedete alcune sono migliorie minime, esempio le tecniche di aging (invecchiamento) sono alla base della scienza dei SO, ma evidentemente quando si parla di virtualizzazione e RedHat bisogna considerare il cambio di strategia (da Xen a KVM) e la relativa solidità delle soluzioni proposte.

    Dimentico qualcosa di importante introdotto in questa release?

    Ora aspetto CentOS 6 ;-)

    Byez

    Se c'è amore per l'uomo, ci sarà anche amore per la scienza.  

    mercoledì, novembre 10, 2010

    Utility per trovare i file doppi - Duplicate Cleaner

    - post<li> - Permalink

    Con l'aumentare delle dimensioni degli HD si è sempre sentita meno l'esigenza di eliminare i file doppi (come le figurine) o duplicati (come i CD :-), perchè si sa che in informatica che nel dubbio non si cancella niente, in modo che col tempo non ci sia più posto per il salvataggio di quello che veramente ci interessa!

    La funzione di rilevamento dei file duplicati dovrebbe essere fornita di base da qualsiasi sistema operativo, peccato che sia troppo ovvia per essere inserita!

    Per fortuna ci sono delle utility comodissime che ci aiutano a tenere ordine soprattutto nella nostra collezione di file MP3 o jpg. Le utility sono moltissime e basta fare qualche ricerca su google per vedere quanti risultati si possono ottenere, peccato che molte di queste siano specchietti per le allodole ovvero programmi a pagamento, oppure molto limitati nella versione free.

    Oggi però volevo segnalarvi Duplicate Cleaner 2.0 beta della Digital Volcano perchè ha molte funzioni che in altri programmi sono disponibili solo a pagamento!

    Queste funzioni sono:


    • Trova i file duplicati verificandone il contenuto tramite algoritmi come l'MD5 o SHA
    • Controlli specializzati per i file musicali
    • Diversi parametri di ricerca
    • Selezione di quali file cancellare dai vari gruppi attraverso numerosi filtri (Il più vecchio del gruppo, quello col nome più lungo e così via)
    • Ricerca su diverse cartelle contemporaneamente
    • Importazione / Esportazione dei risultati in CSV
    • Preview delle immagini
    • Cancellazione dei file tramite spostamento in cestino (cancellazione non definitiva)
    • Spostamento dei file selezionati come doppi in un nuova cartella (non si sa mai)
    • Su NTFS i file duplicati possono venire linkati tramite hard links (consente di risparmiare spazio)
    • Protezione dei file di sistema per evitare di cancellare file importanti
    • Disponibile in diverse lingue tra cui l'italiano (la versione 1.4), solo in inglese per il momento la 2.0 beta
    • Funziona anche in modalità portable (2.0 beta)
    Per un programma free of charge mi sembra molto completo!

    Io lo sto provando e mi sto trovando molto bene anche perchè è piuttosto veloce e preciso e in più ci sono diverse opzioni intriganti come la ricerca dei duplicati basati sul nome in logica fuzzy :P

    Dimenticavo si scarica qui.

    Voi per l'operazione di ricerca dei file duplicati nei vostri HD cosa utilizzate? O quando un HD è pieno semplicemente ne comprate un'altro?

    Byez
    (via)

    Chi molto legge prima di comporre, ruba senza avvedersene e perde originalità, se ne avea. 

    Aumentare la velocità con cui Apache produce le pagine web

    - post<li> - Permalink

    Da quando Google ha dichiarato che la velocità di scaricamento entra come fattore nel ranking delle pagine, l'ottimizzazione della stessa non è stato più un optional. Mi segno quindi questo modulo con l'intenzione di provarlo quanto prima.

    mod_pagespeed Overview
    mod_pagespeed is an open-source Apache module that automatically optimizes web pages and resources on them. It does this by rewriting the resources using filters that implement web performance best practices. Webmasters and web developers can use mod_pagespeed to improve the performance of their web pages when serving content with the Apache HTTP Server.


    Qualcuno lo usa già?

    Byez

    Colonnello Nunziatella: Ci stiamo avvicinando signore! In meno di un minuto Stella Solitaria sarà nostro!

    Lord Casco: Bene! Prepararsi all'attacco!

    Colonnello Nunziatella: (rivolto ai tecnici) Prepararsi all'attacco!

    Lord Casco: Conto fino a tre: uno, due,... (si vede il camper
    spaziale che attiva i propulsori e fugge) ...fermi! Che è successo? Dove
    sono?

    Colonnello Nunziatella: Non lo so signore, devono avere un propulsore su quel coso!

    Lord Casco: E noi cosa abbiamo sulla nostra nave, un frullatore?

    Colonnello Nunziatella: No signore!

    Lord Casco: Bene, trovateli, prendeteli!

    Colonnello Nunziatella: Sissignore! (al microfono) Prepararsi alla velocità luce!

    Lord Casco: No, no, no, no! La velocità luce è troppo lenta.

    Colonnello Nunziatella: La velocità luce è troppo lenta?

    Lord Casco: Si! Dobbiamo passare direttamente alla velocità smodata!

    Colonnello Nunziatella: Ih! Velocità smodata? Signore non siamo mai andati così veloce, non so se la nave potrà sostenere...

    Lord Casco: Qual è il problema, colonnello Nunziatella? Cacarella?

    Colonnello Nunziatella: (al microfono) Preparare la...
    (schiarendosi la voce) preparare la nave per la velocità smodata:
    allacciate le cinture di sicurezza, chiudete le entrate e le uscite,
    chiudete tutte le boutique e i piano-bar, abolite le entrate di favore,
    chiudete tutti gli animali nello zoo...

    Lord Casco: Dia a me, specie di ufficiale da quattro soldi! (prende il microfono) E adesso stia a sentire: velocità smodata!

    Colonnello Nunziatella: Signore, non allaccia la cintura?

    Lord Casco: Me la sbatto la cintura! Velocità smodata, via!

    martedì, novembre 09, 2010

    L'importanza dell'informatica nella crescita di un paese

    - post<li> - Permalink

    Era il 12 gennaio del 2006 quando aprivo questo blog con un post dal titolo "Un informatico per gli ultimi" dove presentavo diverse mie riflessioni su quale contributo può dare l'informatica alla società e in un passaggio affermavo

    "Alcune ricerche come quella di Negroponte e il suo PC a Manovella assumono un senso di lettura più completo."
    Bene ora, a fine 2010 si intravedono alcuni risultati delle ricerche di Negroponte ed è per questo che vi segnalo e invito a leggere integralmente il servizio seguente:

    Informatica, infanzia e scuole materne: dall'Uruguay agli esempi italiani - LASTAMPA.it
    "Molti dei dati raccolti evidenziano un fatto: ne è valsa la pena. Ne è valsa la pena perché i bambini sono più motivati ad andare a scuola. Ne è valsa la pena perché sono più motivati a fare i compiti. Ne è valsa la pena perché nelle classi che abbiamo censito nessuno ha ripetuto l'anno. Ne è valsa la pena perché abbiamo dato a migliaia di bambini un documento di identità, dal momento che per ritirare il computer bisognava presentare una sorta di attestato o almeno il documento dei genitori. Grazie a questo sistema i bambini sono stati correttamente identificati. Ne è valsa la pena perché il laptop XO ha contribuito ad accrescere l'autostima di molti bambini. Sono tanti quelli che hanno imparato nozioni di fotografia, di cinema, di musica... Infine, ne è valsa la pena, perché abbiamo trasformato quello che nel 2006 era un privilegio, possedere un computer, in un diritto"


    La mia ricerca continua, e la vostra?

    Byez



    Ogni problema globale ha una soluzione che viene dall' educazione. E in molti casi la soluzione è l' educazione stessa. Se si possono dare laptop connessi a Internet alle scuole di tutti i Paesi, si possono migliorare le condizioni di vita. L' educazione è il mio modo di combattere il terrorismo. (da Corriere della sera, 3 ottobre 2005)

    mercoledì, ottobre 27, 2010

    Come costruire un template Joomla dalla A alla Z

    - post<li> - Permalink

    How to Build a Joomla Template: Start to Finish | Nettuts+
    How to Build a Joomla Template: Start to Finish


    Mi appunto qui questo articolo visto che in azienda si fa largo di Joomla, nella speranza che qualcuno lo legga ;-)

    Byez

    Le persone semplici comprendono tutto anche se non riescono a spiegare nulla.

    martedì, ottobre 26, 2010

    OpenOffice: print multiple pages onto one sheet of paper

    - post<li> - Permalink

    Show how to make "OpenOffice: print multiple pages onto one sheet of paper" is simpler than write (view post "OpenOffice: stampare pagine multiple su un unico foglio di carta ") so I decided to make a video.



    Byez

    Everything should be made as simple as possible, but no simpler. Make things as simple as possible, but not simpler

    lunedì, ottobre 25, 2010

    OpenOffice: stampare pagine multiple su un unico foglio di carta

    - post<li> - Permalink

    Probabilmente sarà capitato anche a voi di dover stampare pagine multiple su un un unico foglio di carta. Io per fare questo di solito utilizzo il driver della stampante. Ma se questo non lo prevede? Come fate per esempio a stampare 2 pagine per foglio? O 4,6,8 e così via?

    Io ammetto la mia ignoranza ma non pensavo che fosse una funzionalità presente direttamente in OpenOffice!

    Infatti una volta che avete scritto il nostro documento composto da millemila pagine dobbiamo andare su (me lo segno anche a memoria mia futura):
    • File -> Anteprima di stampa (E' qui che mi fregavo - pensavo fosse solo una modalità di visualizzazione!!!)
    • Si preme il pulsante cerchiato in rosso qui sopra "Anteprima di Stampa: più pagine" e si scegli quante pagine su un unico foglio di carta vogliamo
    • Aggiustiamo l'orientamento con il pulsante "Opzioni di Stampa" andando a scegliere l'orientamento migliore in modo da eleminare spazi vuoti e bianchi
    • Mandiamo in stampa normalmente magari creando un pdf con pdfcreator, giusto per verificare che le nostre impostazione
    Et voilà il gioco è fatto. Semplice no? Una volta capito dov'è tutto diventa banale.
    Io ho trovato le le otto parole che mi interessavano e che compongono anche il titolo di questo post su questo documento della guida di OpenOffice "Printig from Writer".

    Voi avete altri modi per generare pagine multiple su un unico foglio?

    Byez

    La pubblicità è vecchia come il mondo. Infatti, come tutti sanno, cominciò il serpente a decantare a Eva le virtù della sua frutta. 

      venerdì, ottobre 22, 2010

      Come scegliere una password

      - post<li> - Permalink

      Riporto qui questo semplice video che segnala un metodo piuttosto semplice per generare password da usare per i vari siti web.

      Visto che si tratta dello stesso protocollo che consiglio a chi mi fa la domanda "come devo scegliere la password?" sono veramente contento che qualcuno ne abbia fatto un video.

      I passi sono i seguenti:

      • Scegli una frase che ti piace e se non te viene in mente nessuna consulta wikiquotes
      • Sostituisci le parti che assomigliano dei numeri con delle cifre
      • Aggiungici un paio di caratteri speciali tipo + - / * @ ecc... ( Consiglio i segni di operazione e il . punto perchè si possono fare anche con il tastierino numerico)
      • Aggiungi un prefisso o un suffisso in base al servizio di cui si sta scegliendo la password es. per Facebook aggiungere -fcb o -FbK
      Non è ancora chiaro?
      Beh vedetevi il video



      E se ancora non vi è chiaro perchè è importante una password sicura, ne riparliamo la prossima volta che qualcuno fa finta di essere voi e comincia a fare il simpatico su Internet ;-D

      Byez


      Qui è dove lavoro: la mia piccola libreria di viaggi. Dove "si vendono" libri di viaggi... A essere sincero con voi, non se ne vendono poi molti.

      lunedì, settembre 27, 2010

      Vulnerabilità seria di ASP.NET

      - post<li> - Permalink

      Non penso di dover aggiungere molto a quello che si vede nel video.



      I dettagli dell'attacco su Padding Oracle Attack Affects Millions of ASP.NET Apps.
      Ne parla anche Scneier: New Attack Against ASP.NET

      8-()

      Byez

      "Technical problems can be remediated. A dishonest corporate culture is much harder to fix."

      venerdì, settembre 17, 2010

      Dizionari online Zingarelli 2011

      - post<li> - Permalink

      Reduci anche voi dalla fine del dizionario De Mauro / Paravia? Vorreste usare un altro dizionario online? Magari lo Zingarelli 2011?

      Bhe si so che è a pagamento, però lo si può provare facendo doppio click su una parola qualsiasi tratta dalle pagine del dominio www.zanichelli.it.

      Ora così per pura curiosità ho provato a vedere se le interrogazioni potevano essere anche esterne.

      Il risultato è qui sotto.

      Parola Da Cercare:
      Ovviamente tutti i marchi sono di proprietà dei legittimi proprietari e il mio voleva solo essere un esercizio web! Byez
      Lois: Clark, you know that.
      Chloe: Well, not so much. He has amnesia, and he's having a hard time—
      Lois: Again?
      Clark: What do you mean again?
      Lois: Well, at least this time you got clothes on. 

      martedì, settembre 07, 2010

      Freenas 0.8.1 - Preview

      - post<li> - Permalink

      Screeshot FreeNAS 0.8.1 - preview
      In questi giorni è stata rilasciata nei repository SVN una prima versione appena funzionante di FreeNAS 0.8.1. 

      Questa versione è basata ancora su FreeBSD nella sua incarnazione NanoBSD e non su linux come si era parlato in un primo momento (quello si chiamerà OpenMediaVault ) ed è sviluppata per la maggior parte da iXSystem come si può vedere nel logo nello screenshot qui a fianco.


      ## http://vmmanager.sourceforge.net
      .encoding = "windows-1252"
      config.version = "8"
      virtualHW.version = "4"
      scsi0.present = "TRUE"
      memsize = "256"
      ide0:0.present = "TRUE"
      ide0:0.fileName = "freenas_r5277.vmdk"
      ide1:0.present = "TRUE"
      ide1:0.fileName = "auto detect"
      ide1:0.deviceType = "cdrom-raw"
      displayName = "freenas81"
      guestOS = "other26xlinux"
      ethernet0.present = "TRUE"
      ethernet0.connectionType = "bridged"
      nvram = "other26xlinux.nvram"
      extendedConfigFile = "freenas81.vmxf"
      ide1:0.autodetect = "TRUE"
      virtualHW.productCompatibility = "hosted"
      floppy0.present = "FALSE"
      usb.present = "FALSE"
      sound.present = "FALSE"
      serial0.present = "FALSE"
      serial1.present = "FALSE"
      parallel0.present = "FALSE"
      ethernet0.addressType = "generated"
      uuid.location = "56 4d d8 ff 75 e2 25 47-0d 6e 26 81 fb 20 9b 8a"
      uuid.bios = "56 4d d8 ff 75 e2 25 47-0d 6e 26 81 fb 20 9b 8a"
      cleanShutdown = "FALSE"
      replay.supported = "FALSE"
      replay.filename = ""
      ide0:0.redo = ""
      vmotion.checkpointFBSize = "16777216"
      ethernet0.generatedAddress = "00:0c:29:20:9b:8a"
      ethernet0.generatedAddressOffset = "0"

      dopo aver scaricato il relativo file disco da http://tigris.thruhere.net/dl/freenas_r5277_vmdk.tar.bz2

      L'ho lanciata e devo dire la verità sono stato sorpreso di vederla partire. Questa pre-alfa(?) ha impostato di default DHCP per la rete, pertanto non perdetevi il relativo messaggio che vi informa dell'ip assegnato. Una volta visto potete provare l'interfaccia web http://ip-assegnato-tramite-dhcp/ e vi dovrebbe apparire un'immagine simile a quella sopra.
      Io non sono riuscito a fare login da web, ma da console la login è root e la password vuota.
      Non voglio sbilanciarmi in commenti perchè non ne è il momento, ma aspetto con un po' più di curiosità OpenMediaVault, di cui magari ne parlerò la prossima volta!

      Byez

      Riferimenti:

      mercoledì, settembre 01, 2010

      Php 5.2 su CentOS 5

      - post<li> - Permalink

      Php 5.2.10 su CentOS 5.5
      CentOS 5 installa di default la versione di PHP 5.1.6 che ormai è un po' datata (2006). Questo non crea problemi finchè non si necessita delle caratteristiche fornite dalle versione Php 5.2 e Php 5.3.

      Ora l'installazione è piuttosto semplice solo che bisogna fare riferimento a repositories per Yum esterni o terzi.

      Di questi ce ne sono diversi che potrebbero rivelarsi utili che sono mantenuti da questo o da quel programmatore.

      Personalmente però preferisco seguire i passi suggeriti dal wiki di CentOS e di installare la versione fornita con i repositories "testing" e cioè la 5.2.10, per il semplice motivo che questi pacchetti sono quelli candidati a diventare i futuri "ufficiali" e sono mantenuti da più di una persona.

      Inoltre con l'apposita impostazione limiteremo l'uso di questi pacchetti a solo quelli che iniziano per "php*". Ma andiamo per ordine.
      Dobbiamo creare un file di testo nel seguente percorso

      # /etc/yum.repos.d/CentOS-Testing.repo

      e scriverci dentro il seguente testo

      # CentOS-Testing:
      # !!!! CAUTION !!!!
      # This repository is a proving grounds for packages on their way to CentOSPlus and CentOS Extras.
      # They may or may not replace core CentOS packages, and are not guaranteed to function properly.
      # These packages build and install, but are waiting for feedback from testers as to
      # functionality and stability. Packages in this repository will come and go during the
      # development period, so it should not be left enabled or used on production systems without due
      # consideration.
      [c5-testing]
      name=CentOS-5 Testing
      baseurl=http://dev.centos.org/centos/$releasever/testing/$basearch/
      enabled=1
      gpgcheck=1
      gpgkey=http://dev.centos.org/centos/RPM-GPG-KEY-CentOS-testing
      includepkgs=php*

      dove possiamo notare che lo abbiamo limitato appunto ai pacchetti "php*".

      Il seguito è poi piuttosto regolare.

      # yum update
      Loaded plugins: fastestmirror, priorities
      Loading mirror speeds from cached hostfile
       * addons: it.centos.contactlab.it
       * base: it.centos.contactlab.it
       * extras: it.centos.contactlab.it
       * rpmforge: fr2.rpmfind.net
       * updates: centos.mirror.range-id.it
      addons                                                                                                                                |  951 B     00:00
      base                                                                                                                                  | 2.1 kB     00:00
      extras                                                                                                                                | 2.1 kB     00:00
      rpmforge                                                                                                                              | 1.1 kB     00:00
      updates                                                                                                                               | 1.9 kB     00:00
      Reducing CentOS-5 Testing to included packages only
      Finished
      Setting up Update Process
      Resolving Dependencies
      --> Running transaction check
      ...
      ---> Package php.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-cli.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-common.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-gd.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-ldap.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-mbstring.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-mcrypt.i386 0:5.2.9-2.el5.centos.3 set to be updated
      ---> Package php-mysql.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ---> Package php-pdo.i386 0:5.2.10-1.el5.centos set to be updated
      ...
      --> Finished Dependency Resolution
      --> Running transaction check
      --> Finished Dependency Resolution
      
      Dependencies Resolved
      
      =============================================================================================================================================================
       Package                                     Arch                       Version                                         Repository                      Size
      =============================================================================================================================================================
      Installing:
      Updating:
      ...
       php                                         i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                     1.2 M
       php-cli                                     i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                     2.4 M
       php-common                                  i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                     240 k
       php-gd                                      i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                     112 k
       php-ldap                                    i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                      31 k
       php-mbstring                                i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                     1.1 M
       php-mcrypt                                  i386                       5.2.9-2.el5.centos.3                            c5-testing                      16 k
       php-mysql                                   i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                      80 k
       php-pdo                                     i386                       5.2.10-1.el5.centos                             c5-testing                      62 k
      ...
      Removing:
      
      Transaction Summary
      =============================================================================================================================================================
      Install       1 Package(s)
      Upgrade      63 Package(s)
      Remove        1 Package(s)
      Reinstall     0 Package(s)
      Downgrade     0 Package(s)
      
      Total download size: 121 M
      Is this ok [y/N]:
      

      Ora abbiamo installato la versione 5.2.10 di php che possiamo testare con una paginetta come questa

      < ?php phpinfo(); ? >


      Questa è la mia scelta, voi come vi comportate in casi simili? Provate a installare l'ultima versione facendo uso di repositories terzi o cercate una mediazione?

      Byez

      Ciuchino, puoi trattenerti da solo per cinque minuti? 

      martedì, agosto 10, 2010

      LWP::UserAgent version 5.827 required--this is only version 2.033 at / usr/lib/perl5/site_perl/5.8.8/WWW/Mechanize.pm line 106

      - post<li> - Permalink

      LWP::UserAgent version 5.827 required--this is only version 2.033 at / usr/lib/perl5/site_perl/5.8.8/WWW/Mechanize.pm line 106


      Questo errore, a quanto ho capito, è piuttosto frequente quando si installano alcuni script in perl che fanno uso di Mechanize.pm soprattutto in distro tipo CentOS 5.5 e i relativi pacchetti di default.

      La soluzione non è banale e qualcuno ha risolto con un downgrade che però viene sovrascritto ogni volta che si effettua un upgrade.

      La soluzione è usare un pacchetto "extra" repository che contiene le versioni corrette tramite il comando

      #rpm -Uvh ftp://ftp.pbone.net/mirror/ftp.pramberger.at/systems/linux/contrib/rhel5/i386/perl-libwww-perl-5.827-1.el5.pp.noarch.rpm

      potrebbe rendersi necessario installare qualche altro componente richiesto, nel mio caso per esempio non avevo ancora installato
      • perl(Authen::NTLM)
      • perl(Net::SSL)
      e in questo caso ho cercato di affidarmi a yum

      #yum install perl-NTLM perl-Crypt-SSLeay

      Tra l'altro volevo farvi notare che la maggior parte dei pacchetti ha lo schema perl-NOME1-Nome2 per NET::SSL ovviamente no (sante eccezioni!)

      Byez

      Di fronte al mare la felicità è un'idea semplice. 

      venerdì, agosto 06, 2010

      Joomla! Tools Suite blank page

      - post<li> - Permalink

      Se state provando anche voi Joomla! Tools Suite Version 2.0 per cercare di avere qualche informazione aggiuntiva relativamente alla vostra installazione di Joomla! e tutto quello che ottenete dopo aver scompattato il relativo zip (si è l'unica cosa da fare per installarlo) è una pagina bianca, sappiate che la soluzione è piuttosto semplice -una volta trovata-.

      Basta aprire il file index.php e aggiungere la riga
      define ( 'JPATH_BASE', SITE_ROOT);
      immediatamente dopo il define SITE_ROOT, in modo da ottenere
      // Define Various ROOT directories
              define ( 'JTS2_ROOT', dirname(__FILE__) );   // JTS2 ROOT
              define ( 'JTS2_DIR', substr(JTS2_ROOT, 1)=='/'?'':basename(JTS2_ROOT) );   // JTS2 ROOT Directory Name
              define ( 'SITE_ROOT', trim(JTS2_ROOT, JTS2_DIR) );  // Main Site ROOT
              define ( 'JPATH_BASE', SITE_ROOT);
      
              // Include the core JTS files needed for nearly everything
              ...
      
      come scritto qui.

      Non aspettatevi grandi informazioni o straordinarie indicazioni, ma tutto fa brodo, soprattutto nel tentativo di aggiustare il colabrodo di Joomla! Apropos, qualcuno ha qualche bel tool collaudato da segnalarmi per il test delle installazioni di questo CMS?

      Grazie

      P.S. Strumenti tipo "Drupal", "Plone" o simili non saranno ritenuti pertinenti :-D

      Furio: Pronto, parlo col servizio percorribilità strade? Ah buongiorno, senta io sono un socio ACI numero di tessera 917655 barra UT come Udine Torino; la disturbavo per avere qualche delucidazione dato che mi devo recare a Roma a votare.
      Senta ho sentito dal bollettino dei naviganti che è in arrivo un'area depressionaria di 982 millibar, e questo purtroppo mi è anche confermato da un fastidiosissimo mal di testa che sopraggiunge ogniqualvolta c'è un brusco calo di pressione; d'altro canto, caro amico, questo è il prezzo che dobbiamo pagare noi meteoropatici.
      Senta, io le domandavo questo, secondo lei, partendo fra circa... 3 minuti e mantenendo una velocità di crociera di circa 80/85 chilometri orari... secondo lei faccio in tempo a lasciarmi la perturbazione alle spalle diciamo nei pressi di Parma?
      Operatore ACI: Ma va a cagher!

      martedì, agosto 03, 2010

      Make a private wiki con Tiki - Rendere privato un sito tikiwiki

      - post<li> - Permalink

      In questi giorni sto cercando di mettere in piedi un piccolo wiki dove andare a documentare alcune informazioni aziendali interne che mi servono però spesso quando non sono in sede.

      Dopo aver valutato quale software wiki utilizzare ho scelto Tiki Wiki perchè mi sembra molto completo e se la gioca con MediaWiki.

      E' tutto molto documentato e dopo averlo installato come si installano tutti i software basati su PHP e & Mysql cercavo il modo per renderlo "privato", ovvero, data la sensibilità di alcune informazioni inserite di poterlo visionare solo dopo aver forzato il login dell'utente.

      Per impostazione predefinita invece l'utente Anonymous può vedere tutte le pagine alla pari di tutti gli utenti registrati.

      Bene ho girato tutte le (troppe?) impostazioni del pannello di configurazione ma non sono riuscito a trovare una spunta che fosse una che lo permettesse in maniera semplice.

      In particolar modo il menù "Permissions" permette una configurazione piuttosto granulare dei permessi ma l'unica cosa che si poteva fare è andare ad impostare quello che succedeva già, non ad andare a togliere eventuali permessi già esistenti o comunque configurati per default come quello appunto che permette agli utenti anonimi di vedere le pagine del wiki.

      Nella figura qui a fianco non appariva nessuna spunta.

      Ho dovuto allora andare a cercare direttamente nel database dove ho trovato la tabella users_grouppermissions che conteneva le righe
      Admins   tiki_p_admin    
      Anonymous  tiki_p_view
      Registered tiki_p_view 

      Eliminare la riga relativa ad "Anonymous" per arrivare ad ottenere quanto voluto.

      Probabilmente esistono maniere più eleganti rispetto a quella di andare a cancellare a manina i record direttamente da db (operazione pericolosa soprattutto per la consistenza dello stesso) e se qualcuno ne è a conoscenza la prego di segnalarla nei commenti nella speranza che possa essere di riferimento anche per altri.

      Byez

      Ai fini di una vera cultura, un'educazione esclusivamente scientifica ha quanto meno lo stesso valore di un'educazione eclusivamente letteraria. 

      giovedì, luglio 29, 2010

      Perchè usare CentOS?

      - post<li> - Permalink

      CentOS - La distro linux più usata per i server!
      Io l'avevo indicata "Quale distro linux per? i Server", pare che dello stesso avviso siano anche molti altri, infatti risulta una delle distro linux più usate proprio per lo scopo che avevo indicato.

      Il motivo principale è il suo uso per chi (come me) vuole tutte le caratteristiche della RHEL ma che non desidera pagare il relativo supporto, oltre che per i motivi seguenti, ovviamente :D

      The most popular Linux for Web servers is ... - Computerworld Blogs
      Another reason for CentOS' data-center popularity is that CentOS is easy to set up as a server. I use it myself on my own Web servers. I find it easy to maintain, easier to manage, and very fast.


      Byez

      Sono già così popolare che uno che mi insulta diventa più popolare di me.

      venerdì, aprile 30, 2010

      Buone notizie per Joomla!

      - post<li> - Permalink

      Dopo le Buone notizie per Drupal arrivano anche quelle per Joomla!

      Infatti Microsoft parteciperà allo sviluppo di Joomla 1.6 principalmente perchè una larga parte della comunità esegue il cms su IIS.

      Microsoft Signs the Joomla! Contributor Agreement
      The Joomla! project has announced that Microsoft has signed the Joomla! Contributor Agreement, meaning the Redmond company is now a contributor to this GPL project.


      Byez

      Adamo era semplicemente un essere umano e questo spiega tutto. Non voleva la mela per amore della mela. La voleva soltanto perché era proibita. Lo sbaglio fu di non proibirgli il serpente, perché allora avrebbe mangiato il serpente.

      martedì, aprile 27, 2010

      A cosa serve facebook?

      - post<li> - Permalink

      Domanda che mi sento fare spesso e a cui rispondere non è proprio semplice. E' come se vi chiedessero "a cosa serve l'automobile?"

      Beh la risposta semplice è "per muoversi" anche se con l'automobile si può viaggiare, ci si può ritrovare con vecchi amici, ci si può dormire e perchè no fare l'amore.

      Definire facebook non è altrettanto semplice, soprattutto per chi non lo conosce ecco che allora si può dire che serve a ritrovare vecchi amici come ho detto in Ringraziamenti e Tecnologia oppure si possono cercare nuove di amicizie ... 

      Qui entra in gioco Merlinox che con il suo tipico approccio scientifico e cioè con un esperimento ha provato a vedere come si fanno le nuove amicizie ... beh il risultato è stato piuttosto netto e vi invito a leggerne i dettagli nel post Muore la dignità.

      I miei commenti (come giusto) li trovate là.

      Byez

      Il primo bene di un popolo è la sua dignità. 

      mercoledì, aprile 21, 2010

      RHEL 6, prima beta

      - post<li> - Permalink

      Esce oggi (21/04/2010) la prima beta "provabile" di RHEL6 - appena trovo un attimo ne faccio una recensione adatta- per il momento vi segnalo la press release:

      Red Hat News | Red Hat Enterprise Linux 6 Beta Available Today for Public Download
      Virtualization
      Red Hat Enterprise Linux 6 builds on the integrated KVM-based virtualization provided by earlier Red Hat Enterprise Linux releases. Incorporating numerous performance, scheduler and hardware support enhancements, it offers improved flexibility and control regardless of the deployment model.


      e la release announcement

      redhat.com | Products & Services
      Enterprise security enhancement: SELinux includes improved ease of use, application sandboxing, and significantly increased coverage of system services, while SSSD provides unified access to identity and authentication services as well as caching for off-line use.


      con evidenziate le parti che trovo interessanti

      Byez

      La notte porta consiglio, specie se a volte malate giornate portano scompiglio.
      da Navigherò La Notte di Neffa

      mercoledì, marzo 31, 2010

      la virtualizzazione dei desktop

      - post<li> - Permalink

      Leggo oggi che da più parti si parla della proprosta di Red Hat per la virtualizzazione dei desktop.

      Il prodotto si chiama Red Hat Enterprise Virtualization (RHEV) e dovrebbe entrare nel segmento in competizione con Citrix XenDesktop e VMWare ThinApp.

      Nonostante io sia un fan della Virtualizzazione lo sono per la maggior parte "lato server" e sono ancora "scettico" per il lato client o desktop.

      La considero un ricorso storico in quanto tra i vantaggi offerti ci sarebbero, oltre ai quelli già citati, anche

      dalla possibilità, sempre in ambito aziendale, di sostituire i tipici PC desktop con più economici thin client o PC rigenerati1.
      Non vi pare di essere tornati ai tempi dei mainframe e dei terminali remoti? I termini che compaiono sono grosso modo li stessi, magari cambiano gli acronimi come il protocollo SPICE, ma i concetti rimangono gli stessi.

      Per il momento quindi sospendo il mio giudizio e metto questa tecnlogia nella mia sandbox in attesa di scoprire quanto possa essere veramente un passo avanti nella storia informatica :D

      Qualcuno di voi l'ha provata, usata, vista in azione? Qualcuno si è fatto un'idea?

      Byez

      Alcuni riferimenti
      1. Red Hat virtualizza anche i desktop
      2. Red Hat News | Red Hat Announces Beta Availability of Red Hat Enterprise Virtualization 2.2
      3. Red Hat moves into desktop virtualization


      L'accesso a tutto ciò che potrebbe insegnare qualcosa su come funziona il mondo deve essere illimitato e completo. Tutta l'informazione dev'essere libera.

      mercoledì, marzo 10, 2010

      RSA 1024 craccabile?

      - post<li> - Permalink

      Adi Shamir, Ronald Rivest und Leonard Adleman
      Esiste la possibilità di craccare ovvero di superare la protezione offerta dalle chiavi RSA a 1024 bit?

      Secondo tre ricercatori dell'Università del Michigan sembrerebbe proprio di si.

      Essi presenteranno oggi 10 Marzo il proprio lavoro ad una conferenza europea.

      L'attacco partirebbe dalla possibilità di variare ad hoc la corrente ad disposizione del processore per ridurre il tempo necessario ad "indovinare" la chiave privata.

      Ovviamente non si tratta di un metodo che metterà in ginocchio l'attuale sistema delle transazioni internet, ma è una ricerca da tenere in considerazione.

      Le prove condotte su una SPARC SUN con sistema operativo Linux hanno permesso il ritrovamento della chiave lunga 1024 bits in circa 100 ore. La presentazione del loro lavoro è disponibile in un file pdf dove viene proposto anche un'ipotesi a base matematica per la relativa soluzione.

      RSA 1024-bit private key encryption cracked - Techworld.com

      Byez

      Quando sei in fuga ti guardi sempre alle spalle, ascolti se ci sono sirene. Ti chiedi se quella ragazza dall'altra parte della strada ti guarda perche ti desidera o... perché sei ricercato. Cambi nome, aspetto e ti lasci alle spalle tutto quello che sapevi. E quelli che ami... sono loro a pagarne le conseguenze.

      Michael Scofield

      P.S. Vorrei farvi notare il nome di due dei ricercatori - Complimenti! ;-)


      martedì, marzo 09, 2010

      Antivirus Gratuito per Windows

      - post<li> - Permalink

      Di antivirus gratuiti o free ne avevo già parlato, ora volevo segnalarvi che anche ClamAV che principalmente uso lato server ora ha la propria versione per Windows da non confondersi con il ClamWin già segnalato che manca però della componente realtime.

      Clam AntiVirus

      Ora si pone come valida alternativa a Moon Antivirus - GPL facendo uso di una tecnologia simile a quella di Panda Antivirus per l'appoggio alla cloud (nuvola - community) che permette una maggior velocità di aggiornamento e una maggior velocità di esecuzione rimanendo molto snello.

      Maggiori dettagli nell'articolo di PI.

      Byez

      Mi porteranno via, per queste strette scale dei palazzi moderni, e avranno un gran da fare per svuotare tutto il ciarpame che è stato la mia vita.

      Videoconferenza Opensource

      - post<li> - Permalink

      bigbluebutton.org
      Mi appunto qui il nome di questo software opensource per la videoconferenza o la teledidattica se preferite.

      Si perchè ormai molti si rendono conto che è più importante muovere la conoscenze che non le persone. Lo stavamo spiegando anche con il corso di Ingegneria Informatica di Rovigo ma evidentemente eravamo troppo avanti per il Polesine che sogna di restare per sempre l'ultima provincia della regione :D

      Comunque tornando a noi il software è


      che ho visto recensito oggi in un paio di blog (qui e qui - che usino lo stesso spacciatore? :-)

      Interessante perchè interemente opensource e il fatto che grazie alla virtualizzazione non rappresenti più un problema la piattaforma linux su cui si basa.

      Byez

      Il mio primo film si chiamava "Chiuso per Ferie". Uscì ad agosto. Andò malissimo.