venerdì, dicembre 19, 2008

Ultimo venerdì del 2008?

- post<li> - Permalink

Estel by russel51.Mi accodo anch'io alla proposta del buon Merlinox di cercare una frase per definire il 2008 ...

Per me, il 2008 che si conclude è stato, migliore del 2007 soprattutto da un punto di vista fisico, mentre il lato lavorativo ha visto un incremento esponenziale degli impegni... quindi sono un po' preoccupato per il 2009 ... :S

Tuttavia, proprio da inguaribile ottimista, ho scelto questa frase ...

Il ricordo è una pietra che ostacola il cammino della speranza.  

oppure

...allora Aragorn, essendo ora l'erede di Isildur, venne accolto nella casa di Elrond con la madre, ed Elrond gli fece da padre e giunse ad amarlo come un figlio. Allora lo chiamarono Estel, cioè "Speranza"..

foto from russel51

sabato, novembre 15, 2008

Ti hanno rubato il numero di carta di credito? Verifica qui ...

- post<li> - Permalink

Senza parole ...

fail owned pwned pictures

giovedì, novembre 13, 2008

Duro colpo agli spammer ... un mio server SMTP ringrazia

- post<li> - Permalink

Non posso avere la certezza che i due fatti siano correlati, ma la notizia che è stato dato un duro colpo ad una rete di spammer, dovrebbe essere la causa principale del "respirare" di un mio mailserver (il più anziano).

Ma andiamo per ordine.

Ho diversi mailserver, in una architettura via via più complessa e con sempre nuovi stratagemmi per combattere lo spam e assicurare un servizio decente ai mie clienti.

Il più vecchio di questi, ovviamente, non ha tutti gli ultimi ritrovati in fatto di lotta allo spam, in particolare monta ancora il framework basato su QmailRocks e non sul migliore QmailToaster dotato del fantastico chkuser e di simscan, nonché regolarmente aggiornato ...

Comunque nell'attesa di completare la migrazione, il proprio lavoro di POP3 server lo fa bene -non l'ho ancora spento proprio per questo, dovrei chiamare telefonicamente tutti i miei clienti per dire loro di cambiare il server di posta in arrivo POP3 appunto- mentre il suo tallone d'achille è il servizio SMTP tormentato dagli spammer che lo ingolfano rendendo il servizio inusuabile anche per i clienti che ancora ne fanno uso...

Da ieri invece il grafico delle connessioni contemporanee SMTP è passato da FULL a


Vedete?

Questo è impostato per 'solo' 20 connessioni contemporanee, la 21 viene messa in coda e se non viene servita prima del timeout - avete presente quel fastidioso messaggio di Outlook express "Il server non ha risposto in 60 secondi" ? Ecco è dovuto a situazioni di carico del server eccessive.

Il carico del server, banalizzando è la dimensione della zona verde, tanto più estesa, tanto più il server è carico.

Nell'immagine sopra vedete che invece si vede la "luce" anche il bianco?

Più chiara l'immagine con risoluzione settimanale...


Il tempo scorre da sx - più recente a dx - meno recente.

Anche qui si può notare che da ieri (mercoledì) il traffico è calato ...

Morale della favola? Non so se dura, ma aver eliminato una delle più grandi reti di spam ne ha ridotto il traffico e ora servirà un altro po' di tempo affinchè questi farabutti ricostruiscano la propria rete di pc zombie, ma nel frattempo godiamoci la pausa!

Byez

P.S. Evitiamo di far diventare anche i nostri PC dei pc Zombie in mano agli spammer, installiamo un buon Antivirus (magari per il momento non consideriamo AVG)


"Esistono 10 tipi di persone: quelle che sanno l’algebra binaria e quelle che non la sanno."

lunedì, novembre 10, 2008

Usare Freenas per il Download dei Torrent

- post<li> - Permalink



In occasione dell'uscita dell'aggiornamento FreeNAS 0.69RC1 (Salusa Secundus) oggi volevo continuare con la mia serie di How-To con un altro strumento inserito all'interno di questa versatile distribuzione: Transmission, client per il dowload tramite protocollo bitTorrent!




Prima una parentesi relativamente all'aggiornamento di cui sopra. A causa del cambio nella gestione della password via web (vedi CHANGELOG) questa viene resettata a "freenas", quindi ricordatevi di reimpostarla dopo aver aggiornarto il firmware di Freenas.




Detto questo passiamo alla configurazione di Transmission.
  1. Menù "Servizi" - "bitTorrent". Ci si trova davanti ad una schermata come questa dove basta scegliere la cartella dove scaricare i nostri file e la password per l'interfaccia web. Gli altri dati possono essere lasciati con le impostazioni di default.




  2. Cliccare sul link proposto che apre un'altra finestra con l'interfaccia di Transmission interendo come utente "admin" e la password che abbiamo scelto al passo precedente. La schermata vuota è la seguente.




  3. Cliccando su open possiamo caricare i file .torrent che vogliamo scaricare e il download comincia in automatico. Come per altri sofware per il download di torrent, possiamo mettere in pausa, far ripartire, vedere le caratteristiche dei download in atto.




Fine.
Non è stato semplice? Buon torrent download!




Coi pensieri bisogna avere qualche riguardo, perché nessuno sa quali siano i giusti e quali no. 

lunedì, ottobre 27, 2008

Navigazione anonima

- post<li> - Permalink

Oggi mio fratello mi ha chiesto come fare per navigare in maniera completamente anonima.

Io ho compilato questo semplicissimo how-to:

1) Ti scarichi PortableFirefox ( http://portableapps.com/apps/internet/firefox_portable )

2) Ti scarichi PortableTor ( http://portabletor.sourceforge.net/ )

3) Dal menù addon di Firefox cerchi TorButton ( https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/2275 )

4) Lanci PortableTor (ci mette un po')

5) Da firefox avrai un pulsante in basso a dx Tor Disabled, lo premi e diventa Tor Enabled

6) Navighi (seppur + lentamente) in maniera completamente anonima ...

Buona navigazione!

"Dove non c'è legge, non c'è libertà."

mercoledì, ottobre 22, 2008

I feed dei commenti ad un singolo post in wordpress

- post<li> - Permalink

Ieri grazie al mitico Fullo e al suo commento al post "I feed dei commenti in blogger e wordpress" ho imparato una cosa nuova.

In wordpress per ottere il feed dei commenti al singolo post basta aggiungere la parola magica "feed" in calce all'URL!

 Ok, per la maggior parte di voi questa è la scoperta dell'acqua calda, ma per un ignorante come me è una grossa scoperta :D

Un'unica perplessità, ma visto che il feed esiste di default, non si poteva mettere, di default, un link da qualche parte?

Byez

"La democrazia, come la concepiamo e la desideriamo, in breve, è il regime delle possibilità sempre aperte. Non basandosi su certezze definitive, essa è sempre disposta a correggersi perché – salvi i suoi presupposti procedurali (le deliberazioni popolari e parlamentari) e sostanziali (i diritti di libera, responsabile e uguale partecipazione politica), consacrati in norme intangibili della Costituzione, oggi garantiti da Tribunali costituzionali – tutto può sempre essere rimesso in discussione. In vita democratica è una continua ricerca e un continuo confronto su ciò che, per il consenso comune che di tempo in tempo viene a determinarsi modificandosi, può essere ritenuto prossimo al bene sociale. Il dogma – cioè l'affermazione definitiva e quindi indiscutibile di ciò che è vero, buono e giusto – come pure le decisioni di fatto irreversibili, cioè quelle che per loro natura non possono essere ripensate e modificate (come mettere a morte qualcuno), sono incompatibili con la democrazia. (Uomini senza dogmi, 4 aprile 2001)"

lunedì, ottobre 20, 2008

I feed dei commenti in blogger e wordpress

- post<li> - Permalink

Per vivere la blogosfera bisogna anche commentare i post scritti da altri.

Ora io (non so voi) ho sempre il problema che mi piacerebbe vedere le risposte ai miei commenti ma finora non ho trovato un modo semplice per poterlo fare.

Perchè? Perchè non tutti i blog offrono questo servizio.

Quale? Le notifiche di nuovi commenti ai post che abbiamo commentato.

Alcuni lo fanno tramite mail, ma non è questo l'oggetto di questo articolo in cui volevo invece concentrarmi sull'altro metodo, più semplice ma non per questo più usato quello del feed dei commenti ad un singolo post.

Il feed dei commenti al singolo articolo in  Blogger.
La piattaforma Blogger è una di quelle che ha sviluppato maggiormente i feed, perchè ce ne è uno per ogni aspetto.

La pagina di documentazione di Blogger relativa ai feed disponibili è Blogger Feed URLs

Il feed dei commenti al singolo articolo in Wordpress.

In Wordpress invece il feed dei commenti al singolo post non è attivo di default, ma va attivato con gli onnipresenti plugin.

Io, nel mio blog Giardinaggio Bio(logico) uso Subscribe To Comments, ma sono sicuro che gli esperti della piattaforma Wordpress ne conosceranno di migliori o semplicemente altri.

Non ci credete che questa semplice e utilissima caratteristica non l'abbiamo tutti?

Ho fatto una indagine, a campione, tra i blog gestiti tramite Wordpress che leggo per verificare chi e quanti siano dotati del feed dei commenti al singolo post ad oggi 20/10/2008

  1. Merlinox: No
  2. Etechs: No
  3. SpippolAzione, just another BOFH blog: Si
  4. TagliaBlog: Si
  5. Geekissimo e relativo network iSayBlog: No
  6. Blog del Consulente Informatico: No
  7. maestroalberto: Si
  8. Julius Designt:No
  9. Napolux.com: No
  10. Full(o)bloG: No

E il tuo ce l'ha?

Byez

"Gli scrittori e gli intellettuali reclamano da qualche tempo, spesso e volentieri, di essere catalogati fra le specie in via di estensione. Può anche darsi che lo siano. Però, per amore della completezza, occorre anche aggiungere che costituiscono anche una delle specie più pericolose."

mercoledì, settembre 10, 2008

Freenas un successo totale! 2

- post<li> - Permalink

Ritengo opportuno mettere in risalto un commento di bioenergia al post Altro parere su FreeNAS.



Ciao a tutti, visto che cercando e ricercando approdo sempre a questo link, e visto che è grazie a quello che ho letto qui, che ho costruito il mio primo nas, volevo lasciare la mia testimonianza. Uso freenas da circa un anno, con una configurazione raid5 con 3 hd da 500 Gb, faccio streaming audio e video, da tre periferiche contemporaneamente, due video, una audio, i video in audio DD, non ho MAI avuto problemi. Ultimamente sono passato a 4 hd da 500 Gb, la mia configurazione è la seguente: mb asrock m266a, recuperata con chip vga fritto, p4 celeron 1,66GHz, 512 Mb di ram. Agiunta schedina ethernet, dato che l'originale porta è morta. I 4 dischi sono suddivisi tra i due ide ed una scheda promise recuperata, su porta pci, Il tutto regolarmente ide.

Morale, io sono molto contento, la speranza è che non mi saltino 2 dischi contemporaneamente, ma ci vorrebbe una bella sfiga.


Continua poi con:



Fai pure come ritieni opportuno, non c'è trucco non c'è inganno, aggiungo che in una rete 100MB standard ho trasferito giusto giusto questa notte 210GB di video alla media di 5MB/secondo.

Sto inoltre valutando l'acquisto del controller Promise FastTrak SX4000 per implementare il raid5 a livello hardware, ma i prezzi in rete oscillano fra i 90 ed i 190 euro, confondendomi non poco.

Per inciso non sono assolutamente un esperto di computer, ed ho trovato l'installazione di freenas molto meno laboriosa della medesima in ubuntu server, infatti non viene chiesto quasi nulla. Ideale per un neofita come me, saluti a tuti.


Beh che dire, se non ringraziare bioenergia della propria testimonianza?



Io volevo solo sottolineare i seguenti aspetti:

  1. Hardware di recupero;

  2. Configurazione ad alto stress - fare streaming non è tra le cose più leggere a cui può essere sottoposto un computer;

  3. Setup alla portata di tutti.


Voi, perchè non mi segnalate la vostra esperienza con Freenas? 


Le più interessanti, sia positive, che negative saranno messe in risalto in post ad hoc per permettere a tutti, me compreso, di farsi una propria idea su freenas!




Byez



È il destino inevitabile del sentimentale. Tutte le sue opinioni mutano e si trasformano in quelle opposte al primo tocco della realtà

venerdì, agosto 08, 2008

Tariffe telefoniche casa - Telecom vs Vodafone

- post<li> - Permalink

- VS -

Sto seriamente valutando di abbandonare Telecom Italia in favore di Vodafone Casa.

Per farlo però ho voluto prendere il dettaglio delle mie ultime bollette e 'provare' a quantificarne il costo applicando le tariffe Vodafone Casa secondo questi tre profili:

  1. Vodafone Libero: Full Consumo
  2. Vodafone Zero Pensieri: Semi Flat o Semi Consumo :D
  3. Vodafone Senza Limiti new: Full Flat
Trovate i dettagli dell'offerta cliccando sul relativo link.

Alcune precisazioni:
  1. La bolletta Telecom Italia si riferisce al bimestre;
  2. Dal costo ho scorporato il costo di Internet. Semplicemente scorporando il costo delle telefonate fatte ai numeri 702
  3. Il numeri dei cellulari che chiamo sono al 97% Vodafone
  4. Il costo delle offerte Vodafone è solo stimato ma anche con un tasso di errore del 50% ...
Grafico

Le mie conclusioni:
  1. Vodafone è molto competitiva a livello di costi: l'unico momento in cui supera Telecom è nella Vodafone Libero per volumi di telefonate molto alte (bimestri 05/07 e 06/07);
  2. Vodafone è molto competitiva a livello di servizi: Il "chi è" è compreso nel costo, i vantaggi della mobilità (es. posso rispondere come se fossi a casa anche quando fisicamente mi trovo dai suoceri :-), ecc...
  3. Probabilmente i miei prezzi per la telefonia saranno ancora più bassi di quelli stimati, perchè ai costi Telecom comunque devo aggiungere le ricariche che facciamo io e mia moglie ai ns. cellulari, costi che invece nel cambio confluiranno nelle vantaggiose offerte "casa";
  4. Così a naso direi che adotterò Vodafone Zero Pensieri riducendo mediamente a un terzo il costo delle telefonate.
Da queste mie riflessione risulta Vodafone-VS-Telecom: 2-0 (1 per i servizi e 1 per il costo)

Voi che ne pensate? Ho sbagliato qualcosa? Non ho considerato qualche variabile? Il foglio di calcolo relativo al grafico lo trovate qui.

Byez

Del doman non v'è certezza

Il Web che verrà

- post<li> - Permalink

Mi emoziono sempre quando vedo questi video che provano ad immaginare la tecnologia che verrà.

Voi?

Vi consiglio di vedere i video in modalità full-screen.

Aurora 1

Aurora (Part 1) from Adaptive Path on Vimeo.

Aurora 2

Aurora (Part 2) from Adaptive Path on Vimeo.

Aurora 3

Aurora (Part 3) from Adaptive Path on Vimeo.


Byez

P.S.
Nei due vecchietti del secondo video mi sono immaginato io e mia moglie :D

Futuro: quel periodo di tempo nel quale i nostri affari prosperano, i nostri amici sono sinceri e la nostra felicità è assicurata. 

mercoledì, agosto 06, 2008

Schneier e i soldati italiani

- post<li> - Permalink

PREMETTO CHE QUESTO POST NON E' POLITICO, anche perchè allora non ne parlerei qui :D
Di Schneier ne ho parlato in diverse occasioni (per chi non lo conosce consiglio sempre la relativa pagina su wikipedia Bruce Schneier) ma questo suo post di ieri mi era scappato

"Italians Use Soldiers to Prevent Crime" .

In questo post, da esperto di sicurezza, critica l'idea del
"Bisogna fare qualcosa - Questo è qualcosa - Quindi lo dobbiamo fare!"
Con lui ovviamente anche Nicola Tanzi ha molte perplessità in merito.

Io mi allineo e vorrei pensare se le risorse occupate nell'operazione non avrebbero potuto essere utilizzate per potenziare direttamente le figure preposte -> Polizia e Carabinieri :D

Ovviamente nel post ci sono una marea di commenti, ma quelli sono tutti i comunisti che ce l'hanno con Berlusconi e quindi non fanno testo :D
Ogni tanto mi piace confrontarmi con problematiche simili al mio lavoro (sicurezza) viste però in un contesto diverso (società) dagli occhi di qualcun altro, magari dall'estero, in questo caso il massimo esponente mondiale (Schneier) sull'argomento (sicurezza) o sarà un comunista anche lui? :D
Voi che ne pensate? Intendo non dell'uso dei militari per le strade, perchè quello dipende dal Vs. orientamento politico, ma della riflessione che ne fa Schneier?

Byez

"Dove parte il soldato, lascia un'amante; dove arriva, ne trova un'altra."
(Fonte immagine)

venerdì, agosto 01, 2008

RHEL Centos Zope start scripts

- post<li> - Permalink

Ieri ho installato Zope su Centos 5.2 e mi sono fatto uno script di startup che usa zopectl partendo da quello fornito dal sito di Zope che però usa Zeocluster. Spero possa servire a qualcuno :D



Zope Start scripts



#!/bin/sh
# /etc/rc.d/init.d/zope
# Startup script for Zope
#
# chkconfig: 345 80 20
# description: Zope, a web application server
# this works as is for a default universal plone linux install
#

# Source function library.
. /etc/init.d/functions

RETVAL=0

#Da Cambiare con il percorso dell'istanza da eseguire
#To change to match the Zope istance
prog_path="/home/zope/istanza/bin/"

prog="zopectl"


start() {
echo -n $"Starting $prog: "
output=`$prog_path$prog start`
# the return status of zopectl is not reliable, we need to parse
# its output via substring match
if echo $output | grep -q "start"; then
# success
touch /var/lock/subsys/$prog
success
echo
RETVAL=0
else
# failed
failure
echo
RETVAL=1
fi
return $RETVAL
}#end start

stop() {
echo -n $"Stopping $prog: "
output=`$prog_path$prog stop`
# the return status of zopectl is not reliable, we need to parse
# its output via substring match
if echo $output | grep -q "stop"; then
# success
rm /var/lock/subsys/$prog
success
echo
RETVAL=0
else
# failed
failure
echo
RETVAL=1
fi
return $RETVAL
}

restart() {
stop
start
}

case "$1" in
start)
start
;;
stop)
stop
;;
status)
echo "Zope Server:"
output=`$prog_path$prog status`
echo $output
;;
restart)
restart
;;
condrestart)
[ -e /var/lock/subsys/$prog ] && restart
;;
*)
echo $"Usage: $0 {start|stop|status|restart|condrestart}"
RETVAL=2
esac

exit $RETVAL


Una volta salvato dentro a



/etc/init.d



si può aggiungere ai servizi che partono in automatico allo startup con i seguenti comandi



>chkconfig --add zope

>chkconfig zope on


Inoltre è possibile richiamarlo con la seguente sintassi



 >service zope restart (o gli altri comandi)


Byez



Addetta ai sussidi: Occupazione?

Comicus: Filosofo impegnato.

Addetta: Cosa?

Comicus: Filosofo impegnato, io condenso il vapore delle umane esperienze in una essenziale e logica comprensione.

Addetta: Ah, insomma venditore di fumo.

martedì, luglio 29, 2008

Il Disinformatico: La madre di tutte le falle informatiche risolta in segreto: siete ancora a rischio?

- post<li> - Permalink

Penso meriti una letta.

Il Disinformatico: La madre di tutte le falle informatiche risolta in segreto: siete ancora a rischio?

Social Networking Wars

- post<li> - Permalink

E poi non chiedetemi perchè sto cercando di smettere :D

venerdì, giugno 27, 2008

Home con oknotizie? No problem

- post<li> - Permalink

Come avete potuto vedere da un po' ho ripulito il mio blog. Le cose principali che ho tolto sono state principalmente alcuni plug-in di alcuni social network, perchè ormai sto cercando di smettere :D

Smettere perchè? Il buon Merlinox lo spiega su "BlogosfEre: meritocratica, autoreferenziale, prostitutica"

Tra i social network che uso di più c'è sicuramente l'italianissimo OKNOtizie dove le mie notizie hanno fortuna alterna, probabilmente dovuto a diversi fattori tra i quali la qualità o meno dei miei articoli e il gruppo di amici che mi votato.

Ho letto di tutto e di più sui metodi per scalare e arrivare alla tanto agognata "home" di oknotizie.

Articoli come Come avviare più sessioni di Firefox e taroccare (di nuovo) OkNotizie mi sembrano veramente al limite della sana follia :D

Il trucco che vi vado a svelare invece ho l'impressione che sarà quello definitivo, nella speranza però che non vada a inficiare il ruolo social di oknotizie, ma che semplicemente lo faccia evolvere in qualcosa di migliore.

L'idea mi è venuta leggendo l'articolo Un utile trucco per tenere aperti contemporaneamente due account su Gmail, e non solo.

Ho provato e ha funzionato.

Ecco come fare:
  1. Installare CookiePie;
  2. Riavviare Firefox;
  3. Aprire un tab e farci clic con il tasto destro e scegliere "Toggle on/off CookiePie";
  4. Aprire OK NO tizie.com e logarsi con un account;
  5. re-iterare i punti 3 - 4 a piacere :D
Non ci credete?

Beh ecco il video - test :D



In pratica CookiePie 'isola' i cookie al singolo tab e non a tutto Firefox, in questo modo si possono avere più sessioni contemporanee all'interno dello stesso browser!

Byez

È molto probabile che una tappa decisiva nel misterioso processo dell'evoluzione dell'uomo sia rappresentata dal giorno in cui un essere, che stava esplorando con curiosità il suo ambiente, fermò la sua attenzione su sé stesso.

venerdì, giugno 20, 2008

antivirus gratis - free o quasi

- post<li> - Permalink

Ormai la vita in internet senza antivirus è una corsa in moto a 200km orari senza casco. Può anche succedere niente però è un bel rischio.


Per fortuna da un po ci sono una serie di antivirus gratuiti (o quasi) per uso personale.


Mi appunto qui una lista di Antivirus gratuiti con una serie di considerazioni personali, ne dimentico qualcuno?

  1. Moon Antivirus - GPL (sito): Unico -finora- antivirus GPL, completo e free. Funziona discretamente e possiede tutte le caratteristiche base che si richiedono ad un antivirus degno di questo nome con un occhio di riguardo alle prestazioni. In ogni schermata c'è lo sfruttamento di cpu e di ram attualmente in uso. Aggiornamenti automatici e realtime scan di tutto rispetto.

  2. ClamWin (sito): Porting windows dell'ottimo software Clam Antivirus (Clam lo uso con soddisfazione da diverso tempo su tutti i miei mailserver) dotato di aggiornamenti automatici, scansioni automatici MA con una grande pecca NON è dotato di un modulo real-time. Ovvero fa scansioni sia in memoria, sia su disco, ma non riesce a bloccare i virus nel momento in cui questi dovessero venir eseguiti, speriamo arrivi presto questa importantissima feature!

  3. AVG Anti-Virus (sito): Ha molti estimatori. Uno di questi è Merlinox. In merito potete leggere il suo post AVG Antivirus passa alla 8: gratis!!!

  4. Avast Antivirus (sito): Gratuito per l'uso casalingo (infatti sul PC di casa uso proprio questo :-) per ottenere il codice basta registrarsi sul sito con la propria e-mail e ottenere aggiornamenti per 14 mesi, scaduti i quali basta ri-registrasi e riottenere tramite e-mail il nuovo codice!

  5. Avira AntiVir (sito): Antivirus niente male veramente, completo, forse un po' troppo infarcito di pubblicità, ma c'è la possibilità di disattivarla;

    Qualche Antivirus Shareware:

  6. Kaspersky AntiVirus (sito): Al costo di circa 50€ si ha uno dei migliori antivirus presenti sul mercato, con i tempi di risposta ai nuovi virus molto alta, grazie alla continua attività di ricerca.

  7. NOD32 (sito): Il mio preferito da un punto di vista ingegneristico, perchè ha il kernel (il nocciolo fondamentale) scritto e ottimizzato direttamente in assembler, questo gli concede una 'leggerezza' e velocità che non hanno paragoni;

  8. FPROT (sito ~ 30€ x 5 PC ): Antivirus storico, poliedrico e veramente ben fatto, disponibile per diverse piattaforme - UNIX compreso :D

  9. Trend Micro Internet Security Pro (sito ~ 70€) - Norton Antivirus 2008 (sito ~ 56€) - McAfee VirusScan Plus (sito ~ 50€) - Panda Internet Security 2008 (sito ~ 50€) - BitDefender Antivirus 2008 (sito ~ 25€) - Questi ultimi li ho messi in coda perchè non li ho usati molto, alcuni perchè inusabili (troppo 'pesanti' e lenti) alcuni semplicemente perchè non ne ho avuto l'opportunità :D

Di sicuro ne dimentico qualcuno, ma spero di aver inquadrato quelli maggiormente usati.

Il Vs. Antivirus Gratuito (o quasi) qual'è?

Byez

Mia suocera? Hai presente l'anticristo?

martedì, giugno 17, 2008

blog con blogger con titolo + seo :-)

- post<li> - Permalink

Per chi come me ha uno o più blog su blogger può volere cambiare il formato con cui appare il titolo del blog in modo da renderlo più SEO.

Mi spiego meglio.

Come impostazione predefinata blogger usa per il titolo di ogni pagina il seguente schema:

TITOLO BLOG - TITOLO POST

e quindi accade che il le parole chiave contenute nel TITOLO POST vengano indicizzate dai motori di ricerca in maniera poco efficente.

Uno schema migliore è:

TITOLO POST - TITOLO BLOG

oppure solamente

TITOLO POST.

Come fare questo? Tempo fa bisognava ricorrere a complesse modifiche al template del proprio blog e non sempre si aveva garanzia di funzionamento.

Per fortuna blogger ha rilasciato da poco una feature che permette di ottenere quanto prima descritto in modo molto semplice.

Basta infatti da Layout -> Modifica HTML trovare la riga del proprio template:

<title><data:blog.pageTitle/></title>
e sostituirla con
<b:if cond='data:blog.pageType == &quot;index&quot;'>
<title><data:blog.title/></title>
<b:else/>
<title><data:blog.pageName/></title>
</b:if>
La modifica è resa semplice dall'introduzione da parte di blogger di alcuni nuovi tag usabili all'interno del template. Per altri dettagli potete leggere "How to Change your Blogger Title Tags" in inglese.

Byez

"Quando mandi qualcuno a salvare il mondo, assicurati almeno che gli piaccia com'è".

lunedì, giugno 16, 2008

opera 9.5 portatile su usb

- post<li> - Permalink

Opera 9.5 è stata rilasciata da un po' e tutti ne parlano, ma volete provarla senza troppo impegno e cioè senza installare niente nel vs. pc e da cancellare (al limite) semplicemente con un click?

Beh potete provare la versione portatile di cui avevo già parlato in "Rimozione completa IE7 e Opera@USB: due belle scoperte per ben iniziare la settimana".

Infatti dal sito Opera@USB è già possibile scaricare la nuova versione pacchettizzata per poter funzionare direttamente da supporto removibile.

Basta scaricare lo zip, decomprimerlo e lanciare il file operausb.exe. Se volete cambiare lingua a opera la pagina con le istruzioni è questa.

Byez

Che lo Sforzo sia con te!

mercoledì, giugno 04, 2008

Altro parere su Freenas 2 - dialogo costruttivo?

- post<li> - Permalink

Riporto in un post il parere di GizMo espresso nei commenti a Altro parere su FreeNAS.

Con due premesse:
  1. Questo blog è mio e sono pronto a ospitare chiunque possa, con la propria esperienza, far crescere e diffondere la "conoscenza" e quindi anche chi non la pensa come me a patto che il dialogo si svolga secondo criteri di reciproco rispetto. Chiedo troppo? Spero di no :D
  2. Chiedo perdono se dovessi essere stato io a dare l'impressione di non rispettare la regola precedente ma "credete che non s'è fatto apposta" :D
Ma andiamo per ordine, ripeto quello di seguito è il parere di GizMo espresso nei commenti a Altro parere su FreeNAS.

Cito: Chi ha scritto quell'articolo deve essere molto sfortunato, comunque non ha dedicato molto tempo alla lettura della guida, della knowdelega base e del forum, altrimenti avrebbe capito che pretendere di fare i calcoli di parità necessari ad un RAID5 con un Pentium 133 è pura fantasia...

Non c'e' l'ho nemmeno un p133 e non sono cosi' scemo da non capirlo. su macchine piccole 400/633Mhz sono stati testate condivisione normali o raid 1 al massimo... il raid 5 l'ho provato con macchine da 1Ghz a 3Ghz e i risultati sono stati scarsi... andava tutto... stacchi la spina e il raid5 era maciullato da riformattare, con tutti i dati persi... non mi pare un sistema affidabile... mai voi che dite tanto che va bene avete mai provato a simulare situazioni come quella che salta la corrente etc? Perche' se no come potete affermare che e' sempre andato e non e' mai capito niente? Pura fortuna.

Cmq le ultime prove con FreeNAS le ho fatte circa ad ottobre dell'anno scorso, appena ho tempo me lo riprovo e se i risultati saranno migliori state certi che l'aerticolo su openlinux sara' modificato di conseguenza.


Bene volete sapere come la penso?

Rispetto il parere di GizMo :D ma non lo condivido per i seguenti motivi:
  1. Il modo, è giusto scaldarsi per le proprie idee, ma personalmente preferisco l'equilibrio anche nell'adottare l'equilibrio :D - Lasciamo il lato 'umano' e concentriamoci sul lato 'tecnico'
  2. Ho stressato anch'io freenas con continue cadute di tensione o sovratensioni e i risultati sono stati alterni, a volte il raid 5 è funzionato altre no, altre volte ho bruciato degli alimentatori solo per fare delle prove - furbo no? :D

    Il mio parere sul RAID 5 in generale? Meglio Hardware + backup.

    Perchè l'esperienza mi ha insegnato che qualsiasi implimentazione software della tecnologia ha dei limiti evidenti sia che sia basata su MS Windows, Linux e freebsd (tutte provate).

    Aggiungere il backup ad una tecnologia RAID 5??? Si perchè mi è capitato che si rompano 2 dischi su 3 CONTEMPORANEAMENTE.
Detto questo caro GizMo non vedo l'ora di vedere il risultato dei tuoi prossimi test.

Perchè?

Voglio chiarire una volta per tutte Freenas è un software con lati positivi e negativi la cosa che a me preme (non lo vendo) è che se ne parli in modo da dare a chi lo vorrà provare un'idea di cosa aspettarsi. Io e altri che magari non ne parlano abbiamo avuto esperienze positive, altri come te e Enrico hanno avuto pareri negativi e li hanno espressi nei propri blog. A chi credere allora?

A tutti (a nessuno) ma farsi una propria opinione partendo dalle considerazioni degli altri in modo da far crescere la cultura generale e magari chissà anche migliorando lo stesso Freenas. :D



Un abbraccio

"...Senza emozioni il tempo è solo un orologio che fa tic-tac."

venerdì, maggio 30, 2008

Sysinternal utlity comode comode

- post<li> - Permalink

Quando sono veramente in difficoltà nel capire cosa sta passando per la testa di un PC o di un server Windows ricorro alle ottime e insostituibili utility di sysinternal.

Da quando sono state comprate da Microsoft avevo paura che non sarebbero più state gratuite e invece (per fortuna) mi sbagliavo ...

Ora leggo che per scaricarle basta fare Start -> Apri e digitare

\\live.sysinternals.com\


Straordinario direi, soprattutto per il coraggio di non pubblicare tramite http le utility :D

Apropos la mia preferita è Process Explorer, molto utile durante le lezioni di Sistemi Operativi, la Vostra?

Byez

Che la tua lingua non preceda la tua mente.

Unire due o più pdf

- post<li> - Permalink

Conoscete la mia passione per le utility portatili.

Oggi volevo segnalarvi PDFTK Builder Portable 3.5.1 una utility veramente essenziale.

Fa poche cose ma fatte bene e soprattutto quelle che servono nel 90% nella gestione dei pdf! :D

Quali sono le sue funzioni?

  • Unisce, riordina, duplica le pagine di uno, due o più documenti pdf.
  • Divide un documento pdf in singole pagine. Questa feature spero venga un po' più potenziata in modo da decidere in quante parti dividere il documento. Altrimenti, per esempio, per dividere in due parti un documento, bisogna prima dividerlo in ogni sua pagina con questa funzione e poi riunire i due gruppi con la funzione precedente.
  • Aggiunge una filigrana in background ad un documento pdf . Per fare questo la filigrana (es. "Ad uso interno" oppure il logo aziendale) deve essere contenuta nella prima pagina di un file pdf separato.
  • Ruota le pagine all'interno di un documento pdf.
  • Protegge tramite password un documento pdf esistente.
Se notate sono tutte funzionalità molto semplici ma coniugate assieme a PDF Creator si può ottenere tutto quello che può servire per gestire i PDF senza bisogno di comprare il software Acrobat Adobe.

Un esempio pratico.

State facendo una ricerca su internet su alcune pagine che vi piacerebbe stampare per poterle leggere con calma a casa.

Stampandole singolarmente però ce ne sono un sacco di bianche o contenenti informazioni inutili (es. i banner) e poi preferite stamparle ordinatamente fronte retro.

Come fare? Stampate prima quello che vi serve con PDF Creator e poi unite il tutto con PDFTK Builder Portable 3.5.1 e mandate in stampa solo il documento -finale- con il risultato di aver ottenuto un buon fascicolo senza spreco di carta e inchiostro.

Quello che manca a PDFTK Builder Portable 3.5.1? Beh la funzione di ottimizzazione dei file pdf, quella che ne riduce le dimensioni agendo su diversi fattori come ad esempio la risoluzione delle immagini sarebbe veramente utile ... ma diamogli tempo, magari arriverà!

Byez

Il bello è lo splendore del vero.

giovedì, maggio 15, 2008

Spedire SMS cosa 4 volte di più che non ottenere i dati da Hubble

- post<li> - Permalink

E' un po' che se ne parla del costo (esagerato) degli SMS (nonostante alcune proposte flat) ma questa notizia continua a far riflettere.

Pare proprio che inviare un SMS costi 4 volte di più che non ricevere i dati dal Telescopio spaziale Hubble.

“The maximum size for a text message is 160 characters, which takes 140 bytes because there are only 7 bits per character in the text messaging system, and we assume the average price for a text message is 5p. There are 1,048,576 bytes in a megabyte, so that's 1 million/140 = 7490 text messages to transmit one megabyte. At 5p each, that's £374.49 per MB - or about 4.4 times more expensive than the ‘most pessimistic’ estimate for Hubble Space Telescope transmission costs.”

Dr Bannister said it had been difficult to work out exactly how much Hubble data transmission costs. So he contacted NASA who gave him a firm figure of £8.85 per megabyte (MB) for the transmission of data from HST to the Earth.

“This doesn't include the cost of the ground stations and the time of the personnel along the way, but it is an unambiguous number for that part of the process. So that's £8.85 to get each MB from Hubble, to the first point of contact on the ground, but no further. Hence we need to go a little bit further to estimate exactly how much it costs to transmit data from Hubble to the end user - i.e. to the data archive which scientists can access. This is difficult, so I had to make some conservative assumptions.”

Dr Bannister estimated the cost of the data from Hubble could vary between £8.85 and £85 per MB- much cheaper than the £374.49 per MB cost of transmitting one MB of text.

(fonte)

Aggiornamento: Frasten nei commenti mi fa notare che ai costi italiani sarebbero 10,5 volte ...

Altri riferimenti:


Lo spazio è la prigionia del corpo, il tempo è quella dello spirito.

lunedì, maggio 12, 2008

free dbx fix repair extract

- post<li> - Permalink

Ogni tanto mi capita di fare ancora assistenza a qualche PC e ancora mi capita di trovarmi a dover recuperare della posta da dei file dbx corrotti (file archivio di Outlook express).

Così volevo segnalare tra la miriade di quelli che appaiono cercando su google cercando free dbx fix repair uno che non compare :D

Io ho usato Outlook Express Extraction (link originale Outlook Express Extraction) un piccolo programma che basta estrarre e lanciare.

Lanciato il programma si carica il file dbx da analizzare e in due passate è possibile analizzarne il contenuto, salvando le e-mail singole o in gruppo, oppure salvando soltanto gli allegati che ci interessano.

Il programma crea nella stessa directory del file dbx una cartella con lo stesso nome contenente i dati recuperati.

Esiste sia una versione DOS per automatizzare il processo se necessario oppure una versione con kit di installazione.

Può essere usato anche per reperire informazioni dall'archivio storico dei messaggi senza dover riconfigurare la cartella in outlook per potervi accedere.

Per essere un software free l'estrazione di email da dbx corrotti funziona veramente bene.

Byez

P.S. Sto usando il nuovo Windows Live Mail in sostituzione di Outolook e la prima cosa che ho notato è che i file dbx non esistono più e le email ora sono file singoli... ci voleva molto a capirlo?

"Chi cammina nella semplicità, cammina bene."

mercoledì, aprile 30, 2008

Putty Connection Manager Portable

- post<li> - Permalink

La mia passione per le utility portatili non si ferma e oggi volevo parlavi di come integrare e rendere portable Putty Connection Manager (puttycm).

Putty Connection Manager è un tool veramente interessante che aggiunge a Putty quelle due o tre funzioniocine che gli mancavano:
  1. Database delle connessioni che memorizzasse anche nome utente / password.

    Questa effettivamente è una feature un po' border-line per quanto riguarda la sicurezza, da una parte se le password sono memorizzate da qualche parte vuol dire che possono essere usate impropriamente, dall'altra parte tenendosi a mente tutte le password di tutti i propri server si finisce per scriverle in posti ben meno affidabili che non un db criptato come fa puttycm :D

  2. Interfaccia organizzabile tramite tab

  3. Login Automatico. Feature ancora da migliorare un po', a meno di non riuscire a calibrare il perfettamente il timing di risposta dei diversi server in base al carico di rete....

  4. Post - login command. Vedi sopra :D
Per un dettaglio delle caratteristiche si può consultare la pagina (minimale) di Putty Connection Manager.

Ma vediamo come renderlo portable.

A dire la verità i passi da compiere non sono molti, perchè l'applicazione funziona già in modo standalone, bastano semplici accorgimenti per rendere il tutto funzionale.
  1. Scaricare Putty Portable dal relativo sito ed estrarlo dentro alla directory .\PortableApps\;
  2. Scaricare Putty Connection Manager Standalone Executable dentro alla directory appena creata e cioè .\PortableApps\PuTTYPortable ;
  3. Scaricare AES library nella stessa posizione;
  4. Chiudere e ricaricare PortableAppsMenu ;
  5. Ora tra le applicazioni disponibili sarà possbile lanciare sia direttamente Putty Portable che Putty Connection Manager;
  6. Lanciamo Putty Connection Manager che impiegherà un attimo a partire la prima volta;
  7. Andiamo su Tools-> Options...
  8. Putty -> Putty Location -> .\PortableApps\PuTTYPortable\App\putty\PUTTY.EXE
  9. Database -> Database Location -> .\PortableApps\PuTTYPortable\Data\puttycm.dat
  10. Other -> Debug log Location -> .\PortableApps\PuTTYPortable\Data\puttycm.log
That's all folk! :D

Se non vi va di configurarlo tutto a mano potete saltare i punti dall'8 al 10 creando un file di testo dal nome puttycm.reg con il seguente contenuto:

Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_CURRENT_USER\Software\ACS\PuTTY Connection Manager]
"AppendMode"=dword:00000000
"Log"=".\\PortableApps\\PuTTYPortable\\Data\\puttycm.log"
"Localization"="en"
"ShowTrayIcon"=dword:00000001
"HideMinimized"=dword:00000001
"CheckUpdates"=dword:00000001
"AcceptBeta"=dword:00000001
"UpdateUrl"="http://puttycm.free.fr/update/update.xml"
"SaveDisplayConfig"=dword:00000001
"ConfirmExit"=dword:00000001
"ConfirmCloseDatabase"=dword:00000001
"AutoSave"=dword:00000001
"AutoBackup"=dword:00000001
"EnableHotkeys"=dword:00000001
"AutoActivatePuTTY"=dword:00000001
"ShowPuTTYSessions"=dword:00000001
"DefaultDatabase"=".\\PortableApps\\PuTTYPortable\\Data\\puttycm.dat"
"PuTTYCaptureTiming"=dword:00000000
"PuTTY"=".\\PortableApps\\PuTTYPortable\\App\\putty\\PUTTY.EXE"

[HKEY_CURRENT_USER\Software\ACS\PuTTY Connection Manager\HotKeys]
"PuTTYDuplicateSession"="85;131072"
"PuTTYRenameTab"="82;131072"
"PuTTYSwitchTabDesc"="9;131072"
"PuTTYSwitchTabAsc"="9;196608"
"PuTTYSwitch"="0;327680"
"PuTTYCMSaveDatabase"="83;131072"
"PuTTYCMFocusQuickConnectionToolbar"="113;0"
"PuTTYCMFocusConnectionManager"="114;0"
"Fullscreen"="122;0"
"ConnectionManagerCopy"="67;131072"
"ConnectionManagerCut"="88;131072"
"ConnectionManagerPaste"="86;131072"
"ConnectionManagerDelete"="46;0"

Salvatelo e unitelo a vostro registro di windows con un doppio click sul file.

Putty Connection Manager NON è ancora completamente Portable tanto che Full mobile version è tra le feature da implementare per la versione 0.8.0 e quindi questa configurazione qualche problemi potrebbe ancora darlo, ma con un po' di pazienza sono riuscito a farla funzionare ... se c'è qualche osservazione per migliorare questo hack ... ben venga!

Byez

Lincoln: Che cos'è Dio?
McCord: Sai quando vuoi tantissimo una cosa e allora chiudi gli occhi ed esprimi quel desiderio? Dio è quello che ti ignora.

martedì, aprile 22, 2008

Eliminare più spam con simscan e qmailtoaster

- post<li> - Permalink

Di qmailtoaster ne ho già parlato in diverse occasioni. Insieme di strumenti ben coordinato per la gestione di un mailserver efficente e solido basato su qmail.

Tra questi componenti c'è simscan.
Simscan is a simple program that enables the qmail smtpd service to reject viruses, spam, and block attachments during the SMTP conversation so the processing load on the email system is kept to a minimum. The project is open source and uses other open source components. Small, very efficient and written in C.
Simscan assieme a chkuser è uno delle chiavi di volta che permette un guadagno di prestazioni incredibile rispetto a soluzioni tipo qmailrocks (uno di questo giorni mi deciderò e pubblicherò un confronto un po' più analitico).

Simscan già in fase di dialogo SMTP, dopo i controlli effettuati da chkuser, effettua la scansione Antivirus e Antispam rifiutando le connessioni che risultano trasportare e-mail indesiderate.

Ora Spamassassin (SA) marca come spam le e-mail secondo il parametro

required_score 4

dentro al file /etc/mail/spamassassin/local.cf .

Anche simscan ha un proprio parametro

:clam=yes,spam=yes,spam_hits=8,attach=.mp3:.src:.bat:.pif

che va configurato dentro al file /var/qmail/control/simcontrol.
Bene questo parametro serve come limite per 'rigettare' le e-mail che superano tale valore.
Dopo ogni modifica al file bisogna ricordarsi di lanciare i comandi
#/var/qmail/bin/simscanmk
#/var/qmail/bin/simscanmk -g
e dalle prove che ho fatto non è nemmeno necessario riavviare qmail.
Per verifica si possono notare nei log del demone SMTP delle linee tipo:
simscan:[26411]:SPAM REJECT (10.80/8.00):12.1948s:_SPAM_ RedBull per la vostra cosa graziosa. :190.40.113.184:bolzbold@freenet.de:email@dominio.it:
[00]04-21 15:36:49 qmail-smtpd: qq hard reject (Your email is considered spam (10.80 spam-hits)): MAILFROM: RCPTTO:email@dominio.it:

dove si può notare il valore assegnato da SA - 10.80 confrontato col limite di simscan - 8.00

In pratica tutte le e-mail che superano il valore required_score di SA transitano però con il Subject modificato, quelle che superano anche spam_hits di simscan non passano proprio.

Io NON consiglio di tenere entrambi i parametri allo stesso valore perchè tutte le e-mail marcate come spam non transiterebbero più e voi non riuscireste più a vedere i falsi positivi (e-mail lecite marcate erroneamente come spam) ma di tenere un delta (differenza tra i due) pari a circa il valore di required_score.

In pratica vale la formula spam_hits = 2 * required_score.

Per fare un esempio concreto io ho un required_score pari a 4 e ho abbassato il valore di spam_hits da 12 (default in qmailtoaster) a 8 .

Ovviamente sono sono valori indicativi che andranno di volta in volta modulati rispetto al carico del Vs. mailserver.

Ulteriori informazioni su Simscan le potete trovare sulla relativa pagina di QmailWiki e sulla pagina dedicata a Simscan nel Wiki di QmailToaster.

Byez

Nulla è più pratico di una buona teoria.

lunedì, aprile 21, 2008

vmware device eth0 does not seem to be present, delaying initialization

- post<li> - Permalink

Stamattina ho migrato una virtual machine Centos Vmware tra due server e invece e alla domanda se volevo creare un nuovo id per la macchina o conservare quello vecchio ho malauguratamente scelto 'Create'.

Questo ha cambiato il MAC address delle schede di rete virtuali create.

Per questo la rete non si avviava più dandomi questo errore "device eth0 does not seem to be present, delaying initialization".

Ormai però sapevo cosa fare e così ho controllato dentro al file /etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-eth0

# Advanced Micro Devices [AMD] 79c970 [PCnet32 LANCE]
DEVICE=eth0
BOOTPROTO=static
BROADCAST=192.10.0.255
IPADDR=192.10.0.200
HWADDR=00:0c:29:cc:27:f8
NETMASK=255.255.255.0
NETWORK=192.10.0.0
ONBOOT=yes
e l'ho fatto collimare con il file .vmx di configurazione della Virtual Machine

uuid.location = "56 4d 07 90 96 65 2e d9-68 f1 ed 58 f4 cc 27 f8"
uuid.bios = "56 4d 07 90 96 65 2e d9-68 f1 ed 58 f4 cc 27 f8"
ide1:0.autodetect = "TRUE"
ethernet0.generatedAddress = "00:0c:29:cc:27:f8"
ethernet0.generatedAddressOffset = "0"
ethernet0.connectionType = "bridged"

e tutto è ritornato a funzionare.

L'altra volta mi era capitato con Ubuntu che sollevava l'errore SIOCSIFADDR: No such device eth0 vmware tools ubuntu.

A volte ritornano. :D

Bisogna aver pazienza finché le cose cambino.

giovedì, aprile 17, 2008

Sono un po' impegnato

- post<li> - Permalink

Nonostante la già bassa proliferazione di post in questo periodo, prevedo che nei prossimi mesi si abbasserà ancora perchè in questo periodo ho ricominciato il corso di Architettura degli Elaboratori 1.

Se qualcuno vuole venirmi a trovare le lezioni si tengono al CUR (sede) il giovedì e venerdì pomeriggio.

Se invece volete capire di cosa parla il corso il programma delle lezioni si può trovare qui.

Byez

P.S. Ovviamente è una specie di augurio alla contraria :D