lunedì, maggio 22, 2006

Fedora core 5 host e guest su VMWare Server - updated

- post<li> - Permalink

Riporto la mia esperienza sull'installazione su Fedora core 5 di VMWare Server Beta 3 e viceversa.

In pratica ho potuto installare sulla stessa macchina fisica Fedora Core 5 sia come sistema operativo host, sia, dopo aver installato VMWare Server Beta 3, come macchina virtuale (guest).

Visivamente gli strati sono:
  1. HW;

  2. SO: Fedora Core 5;

  3. Software di Virtualizzazione: VMWare Server Beta 3;

  4. SO Ospite: Fedora Core 5;

I passaggi (una volta trovati) non sono poi molti.

Installazione del Sistema Operativo Fedora core 5 come Host e del VMWare Server

  1. Installare Fedora core 5 sull'HW a disposizione. Questo non comporta particolari problemi su HW recente. La mia macchina di riferimento è un Server con le seguenti caratteristiche:
        • 2 GB RAM;

        • HD 300 GB RAID 1;

        • Processore Intel XEON© 3GHz;

  2. Una volta installato il Sistema Operativo aggiornarlo tramite il comando
    host#> yum update
    L'operazione la prima volta richiede diverso tempo, sia per la creazione della cache degli header di YUM, sia per il download e la relativa installazione dei pacchetti aggiornati

  3. Creare un directory download tramite:
    host#> mkdir /download
    host#> cd /download

  4. Scaricare VMWare Server for Linux in formato rpm dal sito di VMWare
    host#> wget http://www.vmware.com/download/...file=VMware-server-e.x.p-23869.i386.rpm&....
    Attenzione ad accettare prima tutte le condizione ed ad avere ottenuto, dopo essersi registrati, il codice di attivazione da inserire quando richiesto e qui al punto 8.

  5. Scaricare le VMware-any-to-any-update patches Al momento in cui scrivo la versione è la 101 ;-D
    host#> wget http://knihovny.cvut.cz/ftp/pub/vmware/vmware-any-any-update101.tar.gz

  6. Installare i sorgenti del kernel in uso ed eventualmente il compilatore gcc:
    • Controllare la versione del Kernel installata tramite
      host#> uname -a
      Nel mio caso:
      Linux host.localdomain 2.6.16-1.2111_FC5smp #1 SMP Thu May 4 21:35:09 EDT 2006 i686 i686 i386 GNU/Linux
      Attenzione alla versione (2.6.16-1.2111_FC5smp) installata e la relativa architettura (i686) !!!
    • Installare i sorgenti del Kernel tramite:
      host#> yum install kernel-smp-devel
      Ripeto attenzione alla versione installata perchè uno degli errori più frequenti, anche leggendo i forum di supporto di VMWare e alcuni blog, è proprio quello di sbagliare ad installare la versione dei sorgenti del kernel perchè kernel-smp-devel è diverso da kernel-devel e kernel-smp-devel.i686 è diverso da kernel-smp-devel.i586!
    • Installare il compilatore gcc tramite:
      host#>yum install gcc

  7. Bene arrivati fino a qui è ora di passare alla installazione vera e propria e quindi:
    host#> rpm -Uvh VMware-server-e.x.p-23869.i386.rpm


  8. Decomprimere e installareVMware-any-to-any-update patches
    host#> tar zxvf vmware-any-any-update101.tar.gz
    host#> cd vmware-any-any-update101
    host#> ./runme.pl
    Battendo invio alle eventuali domande che dovesse porre. In particolare al termine del processo di aggiornamento lancia lo script per la configurazione di VMware Server esattamente come faremmo noi con il comando:
    host#> vmware-config.pl
    Se tutto è andato per il meglio lo script dovrebbe riconoscere esattamente dove si trovano i nostri sorgenti del kernel (/usr/src/kernels/2.6.16-1.2111_FC5smp-i686), fare il match con la versione kernel e compilare i moduli necessari all'avvio della VMServer, chiederci il codice di attivazione ottenuto in fase di registrazione, avviare i servizi di WMWare.

  9. Controllare se il servizio è partito con il comando:
    host#> service vmware status
    At least one instance of VMware Server is still running.

    Bridged networking on /dev/vmnet0 is running
    Module vmmon loaded
    Module vmnet loaded
    Altrimenti lanciarlo con il comando
    host#> service vmware start

  10. Se tutto è ok complimenti !!! Avete installato Vmware Server sul vostro Server, altrimenti ricontrollate i passaggi precedenti e provate a cercare il vostro problema sui forum della comunità VMWare
Seconda parte: Installare Fedora Core 5 come Sistema Operativo Guest

Qui le operazione sono un po' più semplici

  1. Scaricare sulla propria Workstation di lavoro il file VMware Server Windows client package.
  2. Installare il file VMware-console-e.x.p-23869.exe
  3. Collegarsi via ssh sul server VMWare Host per aprire la porta di comunicazione 902 (default) oppure una diversa specificata al momento del lancio del vmware-config.pl.
    Questa operazione può essere fatta semplicemente tramite il comando:
    host#> system-config-securitylevel

    e aggiungendo alla voce "Altre porte" la stringa "902:tcp"
  4. Lanciare sul proprio pc di amministrazione la VMware Server Console
  5. Connettersi all'ip del VMWare Host inserendo come login/password quelle di root
  6. Creare una macchina virtuale con 512MB di RAM e 4GB di HD con CDROM, scheda di rete
  7. "Accendere" la macchina virtuale dopo aver inserito il CD/DVD di Fedora Core 5 che avete usato in precedenza per installare la macchina host.
  8. ATTENZIONE, a differenza di Fedora Core 4 la Core 5 non riconosce automaticamente il modulo per la scheda SCSI virtuale emulata da VMWare pertanto quando l'installazione vi dirà che non ha trovato nessun HD dovete scegliere l'opzione "Aggiungi modulo manualmente".
  9. Tra i moduli riconosciuti in automatico c'è quello della scheda di rete (pcnet32) a questo dovete aggiungere quello "BusLogic" (ScreenShots) - Vedi Aggiornamento
  10. Passato questo punto critico l'installazione procede normalmente fino al termine!!!
  11. Se siete arrivati fino a qui e non siete riusciti ad installare la vostra Fedora Core 5 come guest potete sempre scaricarvi la versione preconfezionata dal sito Fedora Core 5: VMTN Appliances

Conclusioni:
  • Fedora core 5 rappresenta un buon compromesso in termini di facilità di manutenzione / sicurezza;
  • In questa configurazione ha dato prova di buona stabilità anche sotto stress;
  • Molti passaggi potrebbero essere più problematici di quello descritto (non è possibile prevedere ogni errore) comunque una buona fonte di informazioni sono i forum della comunità VMWare nonchè i due ottimi manuali che accompagnano la distribuzione di VMWare Server e cioè il VMware Server Beta 3 Administration Guide e il VMware Server Beta 3 Virtual Machine Guide che contengono molte informazioni esposti in termini piuttosto chiari.
  • In particolare gli unici punti critici sono stati la compilazione dei moduli di VMWare (vmmon e vmnet) e il riconoscimento da parte della Virtual Machine della scheda SCSI (BusLogic)
Buona Virtualizzazione!!!

Aggiornamento del 2006-06-07

Qualche aggiustamento della prima stesura dell'articolo:
  1. E' uscita nel frattempo la nuova release di VMware Server la 1.0.0-24927 pertanto le patches contenute nel pacchetto VMware-any-to-any-update patches non sono più necessarie (si salta il punto 8)
  2. Ho notato che l'installazione di Fedora Core 5 come Guest da DvD non comporta nessun problema per la rilevazione del driver scsi dell'hd, ma usa un modulo diverso da quello segnalato (BusLogic) . Viene caricato infatti mptbase/mptscsih che è più performante per LSI Logic SCSI emulato da VMWare. Pertanto si può omettere il punto 9 se si installa da DvD, altrimenti scegliere mptbase/mptscsih come driver se si installa da CD-Rom.

Tag: ,

Nessun commento:

Articoli correlati divisi per etichetta



Widget by Hoctro